CONDIVIDI
Foto di Giuseppe Fasano

In Puglia ad Alberobello il festival delle luci dell’estate 2018: quadri di Klimt sui trulli

Uno spettacolo nello spettacolo. Nella suggestiva Alberobello le luci del Summer Lights illuminano di arte e magia i trulli. Giochi di luce che disegnano i quadri di Gustav Klimt sulle pareti delle case, videomapping, installazioni luminose che creano immagini e rendono ancora più magico questo angolo di Puglia.

Leggi anche -> Alberobello, cosa vedere: guida alla città dei Trulli

Summer Lights: Festival delle Luci ad Alberobello

E’ iniziato fra gli applausi e la meraviglia il Summer Lights 2018, la manifestazione estiva organizzata dal Comune di Alberobello assieme ad Engie Servizi, che tutte le sere fino a fine estate, precisamente fino a settembre, illuminerà con giochi di luci l’incantevole cittadina Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Ma non solo installazioni luminose, anche concerti, stand di enogastronomia, proiezione di film e tanti eventi.

L’inizio di questo Summer Lights è stato estremamente suggestivo: tra le luci dei quadri di Klimt il pianista Paolo Zannarella sospeso su una gru con il suo pianoforte ha suonato classici sopra il Trullo Sovrano mentre dei trampolieri circensi lo attendavano a terra.

Il Summer Lights di quest’anno celebrerà i 100 anni dalla scomparsa dell’artista austriaco. Quadri celeberrimi come il Bacio e Le tre età della donna o L’albero della vita coloreranno le pareti del Trullo Sovrano e il Belvedere. Ovunque giochi di luce e installazioni luminose renderanno davvero suggestiva l’atmosfera.

Alberobello è l’unica città della Puglia in cui è presente un intero quartiere di trulli che sono stati dichiarati patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Questo luogo così fuori dall’ordinario, fra il bianco candido e i tetti grigi, è visitato ogni anno da centinaia di migliaia di viaggiatori, è i festival delle Luci che hanno luogo in estate, ma anche in inverno, attirano ancora di più i turisti. Potrete inoltre vivere l’esperienza di alloggiare in un trullo, questa conica e antichissima costruzione tipica della Valle d’Itria.