CONDIVIDI
Professore licenziato per aver fatto sesso con l'alunna, lei lo difende
(Web)

Un professore di scienze del liceo è stato colto in flagrante mentre faceva sesso con una sua alunna sedicenne. Licenziato adesso rischia 20 anni di carcere, ma la ragazza lo difende.

Tyler David Millwar fino allo scorso gennaio era un professore di scienze della Athens High School (uno dei licei più rinomati degli Stati Uniti) in Alabama. Il suo incarico è stato revocato quando il docente è stato colto in flagrante dalla polizia mentre faceva sesso con una alunna di 16 anni. Da tempo infatti giravano voci su una relazione impropria tra i due e la polizia lo aveva già interrogato a riguardo, ma lui aveva negato di avere una relazione con l’adolescente, anche perché l’uomo è ancora sposato. Dalle intercettazioni è emerso che l’insegnante mentiva e quando è stato colto nell’atto è stato arrestato e sollevato dall’incarico di insegnante. Adesso l’uomo rischia 20 anni di carcere per relazione impropria con una studentessa, ma la ragazza sta cercando in tutti i modi di difenderlo.

Relazione impropria con una studentessa, il professore rischia 20 anni di carcere

Sin dal momento in cui la loro relazione è venuta fuori la studentessa ha preso le difese del suo insegnante spiegando che non l’aveva mai costretta a fare nulla. Da mesi la giovane cerca di avere un contatto con il suo professore, ma il tribunale ha impedito all’insegnante di avere qualsiasi tipo di contatto con l’alunna. Interrogata dalla polizia, l’adolescente ha difeso a spada tratta Millwar dicendo: “Non mi ha mai detto di dire nulla, non mi ha mai spinto a fare qualcosa contro la mia volontà. Vorrei avere un contatto con lui”.

Nel frattempo l’avvocato della difesa sta preparando il ricorso in appello sulla condanna comminata in primo grado di 20 anni di carcere. Il legale ha infatti dichiarato al ‘Battle Creek Enquire‘: “Le accuse sono quelle di una relazione che si sospetta abbia avuto con una studentessa. Questo è ciò che è realmente successo. Lui non è più un insegnante e la minaccia che possa essere un pericolo non sussiste più. Il mio assistito è un ottimo cittadino che cerca di andare oltre questa situazione. La sua è una situazione legale molto complicata, stiamo cercando di ottenere un accordo con loro in tribunale”.