CONDIVIDI
milan bonucci
Leonardo Bonucci, uno dei giocatori più rappresentativi del Milan © Getty Images

Svolta societaria al Milan: il fondo Elliott pronto a rimpiazzare i quattro membri cinesi del cda ed a nominare Paolo Scaroni nuovo presidente.

Il fondo Elliott ha preso possesso del Milan, prendendo in mano la società e mettendo fine al caos che aveva investito il club rossonero negli ultimi mesi. Il cinese Yonghong Li non ha infatti fornito le giuste garanzie economiche, ed ora tocca ad Elliott assumere le redini del comando. Il primo atto ufficiale avverrà con la riunione del consiglio di amministrazione, in programma oggi dalle ore 16:30. Si tratterà del primo summit senza lo stesso ‘Mr. Li’. All’interno del cda del Milan fino ad oggi ci sono stati quattro membri cinesi vicini a Li, che presumibilmente verranno rimossi e rimpiazzati da nuove figure. Ed oltre a questo avvicendamento tra consiglieri, Sky Sport parla anche della possibile nomina a presidente di Paolo Scaroni.

Milan, con Elliott cambiano tante cose

Quest’ultimo fa a sua volta già parte del consiglio di amministrazione del Milan e può essere verosimilmente investito dell’importante ruolo di presidente. Per quanto riguarda l’aspetto dirigenziale che si occupa delle vicende sportive, sembrano non rischiare al momento il direttore sportivo, Massimiliano Mirabelli, e l’amministratore delegato, Marco Fassone. Tra i due comunque sarebbe più il primo ad essere messo in discussione. Se nelle scorse settimane si era parlato di un interessamento del Milan per il pari ruolo del Napoli, Cristiano Giuntoli, adesso sarebbero in salita le quotazioni di Giovanni Carnevali del Sassuolo. Tra l’altro rossoneri e neroverdi emiliani si starebbero parlando per cedere a quest’ultimi il giovane centrocampista Manuel Locatelli. Tornando invece all’aspetto dirigenziale, Paul Singer, numero uno del fondo Elliott, dovrebbe procedere ad un aumento di capitale con tanto di somma da circa 35 milioni di euro da destinare al calciomercato estivo