CONDIVIDI
bassano
La roggia Vica a Vicenza (Fonte: VVFF Vicenza)

Un bambino di 3 anni ritrovato morto in un canale a Bassano del Grappa: in giornata le ricerche spasmodiche

Purtroppo è finita come peggio non si poteva immaginare la giornata a Bassano Del Grappa, dove da oggi erano tutti in fibrillazione per la scomparsa di un bambino di 3 anni, che è improvvisamente sparito mentre giocava vicino casa. Momenti di panico, sono stati subito chiamati Polizia e Vigili del Fuoco che hanno iniziato subito a cercare il piccolo Kelli, 3 anni, originario della Costa d’Avorio e ospite di una struttura per richiedenti asilo insieme alla sua famiglia. Di solito il bimbo entrava e usciva di casa per giocare all’esterno, ma stamattina è uscito e non ha più fatto rientro. Quando l’allarme è scattato, il primo sospetto delle forze dell’ordine è che Kelli potesse essere caduto nel canale che scorre nei pressi dell’abitazione, e si è preso a cercare in tutta l’area adiacente anche con l’aiuto dei sommozzatori.

Purtroppo, intorno alle 14, la terribile scoperta: il bimbo scomparso a Bassano è stato ritrovato morto, nel canale, a circa 5 km di distanza rispetto a dove presumibilmente era caduto.

Kelli, il bimbo di 3 anni trovato morto a Bassano: una tragica fatalità

bassano
Il ritrovamento nel canale di Bassano

Secondo la prima ricostruzione dei fatti, il piccolo Kelli stava giocando fuori casa quando improvvisamente la sua mamma non l’ha più trovato. Dopo ore di ricerche il corpo è stato ritrovato nelle acque del canale da due operatori del Consorzio di Bonifica del Brenta, a circa 5 chilometri dalla zona in cui il piccolo era sparito, all’interno della roggia Vica, a Vicenza. Nel tentativo di ritrovare il bambino, i tecnici della centrale elettrica che viene alimentata dal canale, parallelo al fiume Brenta, avevano tentato di abbassare il livello dell’acqua, che di recente si era ingrossato causa maltempo.

Il piccolo Kelli era nato 3 anni fa in Algeria, nel corso della fuga dei suoi genitori dal paese d’origine, la Costa d’Avorio, per venire in Italia e richiedere asilo. Kelli era solito uscire poco fuori casa per giocare e non c’era mai stato alcun problema, ma oggi forse si è spinto un po’ troppo oltre e ha trovato nella maniera più drammatica la fine della sua breve vita.