CONDIVIDI
Don Giorgio
(Websource)

Don Giorgio: “Salvini razzista, criminale e blasfemo, buttiamolo fuori dall’Italia”. 

Sta suscitando parecchio clamore l’attacco durissimo rivolto a Salvini e ai leghisti da parte di Don Giorgio de Capitani dai microfoni di Radio 24 durante la trasmissione La Zanzara condotta da Giuseppe Cruciani e David Parenzo.

Don Giorgio, l’attacco senza precedenti a Salvini

“Buttiamo fuori i leghisti dalle chiese, dai consigli pastorali, dagli oratori. Salvini si dice cristiano, ma è un blasfemo. Bisogna scatenare una guerra civile, bisogna mandare via i barbari dall’Italia, i razzisti. Fuori. Che vadano dove vogliono andare. Ma non in Italia. Una nazione che è sempre stata civile. Oggi abbiamo la disumanità, il Male. Certo tutti diciamo che esiste solo una razza, la razza umana. Tranne alcuni che non appartengono a questa razza umana. che sono i leghisti, che sono barbari. Salvini in primis”. I primi a prendere le distanze da queste parole sono state proprio i conduttori. Parenzo, solitamente di certo non tenero con Salvini e i leghisti, ha definito don Giorgio “un pazzo”.

Ecco un estratto del suo intervento:

Chi è Don Giorgio, il prete duramente ripreso dal Vaticano

Leggi anche –> Casale: “Mettete i figli di Salvini sull’Aquarius”, lui risponde: “Si vergogni”

Don Giorgio de Capitani venne duramente ripreso dal Vaticano insieme ad altri sacerdoti che firmarono l’appello di MicroMega per la libertà di cura ai tempi del caso di Eluana Englaro. In odore di scomunica per questo motivo venne poi anche rimosso dalla parrocchia di Sant’Ambrogio in Monte dal cardinale Angelo Scola poiché durante le messe e le omelie il prete si scagliava violentemente contro Berlusconi e la stessa Lega e inoltre rifiutò di chiudere il proprio sito internet pieno tra le altre cose di insulti e frasi ingiuriose sempre nei confronti di Berlusconi e dei partiti politici suoi alleati.