CONDIVIDI
meteo estate 2018
(Photo credit should read ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

Le previsioni meteo per giugno 2018. Temperature in rialzo, costantemente sopra la media. Caldo dall’Africa

L’1 giugno entra l’estate meteorologica e affacciandoci dalla finestra possiamo effettivamente confermare che sì, siamo in estate. Merito, o colpa, è soprattutto dell’Anticiclone africano che si è espanso coinvolgendo tutto il bacino del Mediterraneo e facendo innalzare la colonnina di mercurio.

Giugno inizia così sotto l’egida dell’Anticiclone Africano: masse d’aria calda sono sospinte sul nostro Paese rendendo l’aria caldissima e allontanando qualsiasi perturbazione. Una situazione che resisterà almeno per la prima settimana del mese, poi l’Anticiclone si ritirerà. Per le previsioni più a lungo raggio bisogna affidarsi ai modelli matematici che evidenziano come l’Alta Pressione interesserà maggiormente le alte latitudini, lasciando l’Europa meridionale più interessata a Basse Pressioni.

Giugno 2018: caldo, ma arrivano le piogge

Lo scorso anno nell‘estate dei record 2017 Giugno iniziò a spron battuto, un po’ come adesso. Picchi di caldo, temperature sopra la media di 5/6 gradi, cielo terso e sole perpetuo. Esattamente ciò che sta avvenendo in questi giorni e soprattutto avverrà nei prossimi.  Infatti il weekend che sta per iniziare sarà tipicamente estivo con temperature più alte della media di almeno 5 gradi con picchi fino a 35/36 gradi nelle zone interne del Sud Italia e con 33 gradi nelle grandi città del Centro e del Nord.

Ma a differenza dello scorso anno, proveniamo quest’anno da un maggio che ha portato abbondanti precipitazioni: il suolo si presenta quindi assai diverso e ciò incide profondamente.

Le previsioni per il mese di Giugno rivelano che l’Anticiclone Africano ora presente e che nei prossimi giorni insisterà particolarmente (qui il dettaglio), si ritirerà intorno al 6 giugno e sull’Italia arriverà una bassa pressione carica di piogge. Queste precipitazioni rinfrescheranno l’aria che tornerà bollente qualche giorno dopo. Il caldo quindi dopo una breve pausa riprenderà fino a metà mese. Da lì in poi ci sarà un’ampia instabilità con masse d’aria calda che interesseranno più il Nord Italia che il Sud.

Insomma, se l’inizio di giugno 2018 ci fa tremare perché ci ricorda esattamente l’inizio della soffocante estate 2017 il proseguio del mese dovrebbe essere molto diverso e ciò ci dovrebbe mettere in salvo da un’estate caldissima (qui le previsioni aggiornate sull’estate 2018).