CONDIVIDI
Conte
Conte ricevuto da Mattarella (foto Quirinale)

Conte al Quirinale, a colloquio con Mattarella. Il Presidente del Consiglio incaricato si è recato a sorpresa a colloquio dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Non si tratta di un segnale positivo e il problema potrebbe essere proprio quello di cui si sta discutendo da giorni, ovvero il nodo del ministero dell’Economia che secondo i voleri di Di Maio e Salvini doveva essere il professore Paolo Savona. Il colloquio tra Giuseppe Conte e Sergio Mattarella è ancora in corso.

Chi è Paolo Savona e perché il suo nome crea problemi

Paolo Savona, ministro dell’Economia in pectore, fortemente voluto da Matteo Salvini e visto di buon occhio anche da Luigi Di Maio, è un professore di economia che è stato anche ex ministro del governo Ciampi. Negli ultimi anni Savona aveva ampiamente abbracciato una posizione fortemente anti europeista e si è più volte dichiarato contrario all’euro e all’Unione Europea. Inoltre ha paragonato più volte la Germania di Angela Merkel a quella di Adolf Hitler. Per tutti questi motivi non è ben visto dall’Unione Europea e anche da Sergio Mattarella stesso. Se Di Maio e Salvini si impuntano però potrebbe anche saltare tutto e il governo Conte potrebbe anche morire ancora prima di essere nato.

Leggi anche –>Giuseppe Conte premier: consultazioni al via, chi vota la fiducia?

Leggi anche –> Giuseppe Conte Presidente del Consiglio: “Sarò avvocato difensore degli italiani”

Su tutto quello che sta accadendo potrebbe avere un’influenza non marginale quello che sta accadendo sui mercati con la Borsa che continua a perdere (bruciati 51 miliardi di euro nelle ultime 9 sedute) e lo Spread che è salito a 204 Punti Base dopo essere salito anche fino a 216.

Aggiornamento ore 18.21 – Il Quirinale fa sapere che si tratta di un incontro informale. Nel frattempo alcune agenzie fanno sapere che Conte avrebbe in tasca la lista dei ministri già pronta con l’unico nodo da sciogliere proprio all’Economia.

Aggiornamento ore 18.34 – Salvini e Di Maio, rappresentanti di Lega e Movimento Cinque Stelle ribadiscono che “Savona non si tocca”. Per cui si va al muro contro muro.

Aggiornamento ore 18.41 – E’ terminato il colloquio tra Giuseppe Conte e Sergio Mattarella