CONDIVIDI
FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images

Le previsioni meteo per maggio 2018: quando arriva il caldo? Temperature sotto la media e piogge. Farà ancora fresco sull’Italia

L’improvviso caldo di fine aprile ci aveva dato il sapore di una primavera estiva. Sebbene gli esperti del meteo ci avevano avvertito con le loro previsioni che sarebbe stato un caldo passeggero, in cuor nostro ormai eravamo certi che i rigori dell’inverno li avessimo superati e che eravamo lanciati verso l’estate. Invece maggio sin dal suo primo giorno ha stoppato questi entusiasmi e ci ha fatto tornare indietro. Infatti la primavera di questo maggio 2018 assomiglia sempre più ad un autunno.

Quello che è accaduto a fine aprile è dovuto all’Anticiclone africano il quale si è espanso coinvolgendo tutto il bacino del Mediterraneo e facendoci così ritrovare con temperature caldissime e fuori dalla media del periodo. Quello che sta accadendo ora è qualcosa di non insolito. Ovvero la primavera è caratterizzata da ampia variabilità ed instabilità quindi non è infrequente che perturbazioni e cicloni investano il nostro Paese ritardando di fatto la primavera.

Leggi anche -> Meteo giugno 2018, l’estate tarderà ad arrivare

Maggio 2018: quando arriva il caldo

Ma al di là delle analisi degli esperti, la domanda che tanti si pongono è: quando arriva il caldo? Già perché va bene la variabilità, ma c’è molta voglia di estate e di bel tempo. Ma vedendo quello che dicono i meteorologi dobbiamo pazientare ancora un po’. Già perché la settimana appena entrata sarà simile a quella appena finita, ossia precipitazioni alternate a spazi di sereno e temperature più basse della media stagionale.

Gli esperti infatti fino al 23 maggio non prevedono grandi cambiamenti: ci sono ancora dei cicloni presenti che scaricheranno piogge soprattutto al Nord e sul versante orientale della penisola. Fra mercoledì e giovedì il vortice depressionario si sposterà verso i Balcani e le precipitazioni diventeranno quindi meno diffuse. A inizio settimana invece avremo un netto calo termico soprattutto al Nord e al centro.

Questa fa instabile potrebbe interrompersi a fine mese quando l’Alta Pressione si affaccerà garantendoci finalmente giornate soleggiate e facendo alzare la colonnina di mercurio con valori decisamente più in linea con il periodo. Ma non sarà comunque una situazione duratura perché a giugno sono previste nuovamente delle fasi cicloniche e di instabilità. L’estate quindi tarderà ad arrivare.

Leggi anche -> Estate 2018, sarà meno calda del 2017: ultimi aggiornamenti