CONDIVIDI
Festival di Cannes, red carpet (iStock)

Festival di Cannes 2018, ecco il programma ufficiale, con le date, i film in concorso e gli eventi principali.

Si sta per partire il Festival di Cannes 2018, il grande evento che apre l’estate dei festival del cinema. I successivi appuntamenti prestigiosi saranno Locarno e Venezia. Il Festival di Cannes giunge quest’anno alla 71^ edizione e si terrà dall’8 al 19 maggio 2018. Come ogni anno viene scelta una foto esclusiva di attori o film famosi come immagine ufficiale e poster del Festival. Per questa edizione è stata scelta una foto dal film di Jean-Luc Godard, Pierrot le fou, in italiano Il bandito delle 11” del 1965, ispirata dal lavoro del fotografo Georges Piere (1927-2003), grande fotografo di scena che ha immortalato le riprese di tanti film francesi nel corso di una carriera trentennale, lavorando per i registi più importanti.

Il poster dell’edizione 2018 del Festival di Cannes è opera della graphic designer francese Flore Maquin. Ispirandosi alla cultura pop, la 27enne artista ha messo insieme disegno, pittura e arte digitale, dando vita ad un quadro pieno di colori. La Maquin collabora con Universal Pictures, Paramount Channel, Europacorp, Wild Side e Arte, rivisitando o creando poster cinematografici.

Poster ufficiale del Festival di Cannes 2018

Scopriamo insieme il programma del festival

Programma del Festival di Cannes 2018

Il Festival del cinema di Cannes 2018 animerà la cittadina della Costa Azzurra dall’8 al 19 maggio. Per due settimane la Croisette sarà invasa da attori, registi, vip, fotografi, giornalisti e appassionati di cinema a caccia di autografi.

La cerimonia di apertura è per martedì 8 maggio, mentre l’ultimo giorno del festiva, il 19 maggio, si assegnerà la Palma d’oro al migliori film, insieme agli altri premi. Quello di Cannes è un festival molto ambito, vincere qui significa ottenere un riconoscimento prestigioso dal mondo del cinema più esclusivo.

Tante le proiezioni in programma, da quelle dei film in competizione, a quelle della rassegna Un Certain Regard, dei film fuori concorso e degli eventi speciali.

Aprirà il Festival, l’8 maggio alle 19.00, il film “Everybody Knows” (Todos lo saben) del regista iraniano Asghar Farhadi, con Javier Bardem e Penelope Cruz.

La giuria principale del Festival di Cannes 2018 è presieduta dall’attrice australiana Cate Blanchett. Gli altri giurati sono: Chang Chen, attore (Cina), Ava DuVernay, regista, sceneggiatrice e produttrice (Stati Uniti d’America), Robert Guédiguian, regista, sceneggiatore e produttore (Francia), Khadja Nin, cantante e compositrice (Burundi), Léa Seydoux, attrice (Francia), Kristen Stewart, attrice (Stati Uniti d’America), Denis Villeneuve, regista e sceneggiatore (Canada), Andrei Zviaguintsev, regista e sceneggiatore (Russia).

Il presidente di giuria del concorso Un Certain Regard è l’attore portoricano Benicio del Toro.

Tra gli ospiti attesi sul red carpet ci sono: Javier Bardem, con la compagna Cruz, Emilia Clarke, Alden Ehrenreich, Woody Harrelson, Donald Glover, Andrew Garfield, Adam Driver, Ron Howard e il cast del nuovo Star Wars. Tra gli italiani: Alba Rohrwacher, Nicoletta Braschi, Sergi Lopez, Natalino Balasso, Marcello Fonte, Edoardo Pesce, Nunzia Schiano, Riccardo Scamarcio, Valeria Golino e Valerio Mastandrea.

Torna quest’anno a Cannes il regista Lars Von Trier per presentare il film The house that jack built con Matt Dillon.

I film in programma al Festival di Cannes 2018

Concorso principale

  • Todos lo saben, regia di Asghar Farhadi (Spagna, Francia, Italia) – film d’apertura
  • En guerre, regia di Stéphane Brizé (Francia)
  • Dogman, regia di Matteo Garrone (Italia, Francia)
  • Le livre d’image, regia di Jean-Luc Godard (Svizzera)
  • Netemo sametemo, regia di Ryusuke Hamaguchi (Giappone)
  • Plaire, aimer et courir vite, regia di Christophe Honoré (Francia)
  • Manbiki kazok, regia di Hirokazu Kore’eda (Giappone)
  • Les filles du soleil, regia di Eva Husson (Francia)
  • Jiānghú érnǚ, regia di Jia Zhangke (Cina)
  • Capharnaüm, regia di Nadine Labaki (Libano)
  • Burning, regia di Lee Chang-dong (Corea del Sud)
  • BlacKkKlansman, regia di Spike Lee (Stati Uniti d’America)
  • Lazzaro felice, regia di Alice Rohrwacher (Italia)
  • Trois Visages, regia di Jafar Panahi (Iran)
  • Under the Silver Lake, regia di David Robert Mitchell (Stati Uniti d’America)
  • Zimna wojna, regia di Pawel Pawlikowski (Polonia)
  • Leto, regia di Kirill Serebrennikov (Russia)
  • Yomeddine, regia di Abu Bakr Shawky (Egitto)
  • Un couteau dans le cœur, regia di Yann Gonzalez (Francia)
  • Ayka, regia di Sergei Dvortsevoy (Kazakistan)
  • Ahlat Agaci, regia di Nuri Bilge Ceylan (Turchia)

Un Certain Regard

  • Gräns, regia di Ali Abbasi (Svezia)
  • Sofia, regia di Meyem Benm’Barek (Francia)
  • Les chatouilles, regia di Andréa Bescond e Eric Métayer (Francia)
  • Di qiu zui hou de ye wan, regia di Bi Gan (Cina)
  • Manto, regia di Nandita Das (India)
  • Des bails de rêve, regia di Antoine Desrosières (Francia)
  • Girl, regia di Lukas Dhont (Belgio)
  • Gueule d’ange, regia di Vanessa Filho (Francia)
  • Euforia, regia di Valeria Golino (Italia)
  • Friend, regia di Wanuri Kahiu (Kenya)
  • Mon tissu préféré, regia di Gaya Jiji (Francia, Germania, Turchia)
  • Die Stropers, regia di Etienne Kallos (Sud Africa, Francia)
  • In My Room, regia di Ulrich Köhler (Germania, Italia)
  • El Ángel, regia di Luis Ortega (Argentina, Spagna)
  • The Gentle Indifference of the World, regia di Adilkhan Yerzhanov (Kazakistan, Francia)
  • Muere, Monstruo, Muere, regia di Alejandro Fadel (Argentina)
  • Chuva é cantoria na aldeia dos mortos, regia di João Salaviza e Renée Nader Messora (Portogallo, Brasile)
  • Donbass, regia di Sergei Loznitsa (Ucraina)

Fuori concorso

  • Solo: A Star Wars Story, regia di Ron Howard (Stati Uniti d’America)
  • Le Grand Bain, regia di Gilles Lellouche (Francia)
  • The Man Who Killed Don Quixote, regia di Terry Gilliam (Regno Unito, Francia, Spagna, Portogallo, Belgio) – film di chiusura
  • The House That Jack Built, regia di Lars von Trier (Danimarca, Francia, Germania, Svezia)

Proiezioni di mezzanotte

  • Arctic, regia di Joe Penna (Islanda)
  • Gongjack, regia di Yong-Jang Bing (Corea del Sud)
  • Fahrenheit 451, regia di Ramin Bahrani (Stati Uniti d’America)
  • Whitney, regia di Kevin Macdonald (Regno Unito)

Per ulteriori informazioni, Festival di Cannes 2018.

Gli appassionati possono assistere alle proiezioni con l’accredito cinéphiles dedicato ai membri delle associazioni di cinefili e agli studenti di cinema. Mentre per i giovani c’è il biglietto “trois jours à Cannes”, valido per i ragazzi dai 18 ai 28 anni per i giorni 17, 18 e 19 maggio della chiusura della kermesse.