CONDIVIDI
WhatsApp vietato
(iStock)

Whatsapp vietato ai minori di 16 anni: Whatsapp news, ecco perché il divieto non viene rispettato. 

Si sta discutendo molto della novità di questi giorni: Whatsapp vietato ai minori di 16 anni che vivono in Europa per motivi di privacy. L’app che tutti hanno sul proprio smartphone diventa quindi inutile se non si raggiungono i 16 anni? Non è proprio così perché come sempre c’è il modo per aggirare questo divieto. Lo abbiamo già visto con Facebook e con Youtube e la storia si ripete. Vediamo le ultime news e gli ultimi aggiornamenti in merito.

Whatsapp news: il divieto ai minori di 16 anni non funziona

Il Regolamento europeo per la privacy entrerà in vigore il prossimo 25 maggio e per questo motivo varie piattaforme social hanno deciso di adeguarsi subito alle nuove regole. Ma di fatto si tratta solamente di qualcosa di formale. Infatti è inutile nascondersi dietro ad un dito. Sappiamo bene che da sempre ragazzi minori di 16 anni mentono sulla propria età per iscriversi a Facebook e nulla ci fa pensare che con Whatsapp le cose possano cambiare. Tanto più che le regole sul consenso dei genitori appaiono poco chiare, fumose e difficilmente applicabili e verificabili. Va anche detto che il regolamento europeo prevede che ogni singolo Paese possa poi decidere in autonomia di abbassare l’età minima per accedere a Whatsapp a 13 anni. In merito al momento l’Italia non ha ancora deciso.

Whatsapp vietato ai minori di 16 anni: ultimi aggiornamenti

Il problema è molto semplice. Se provate a scaricare l’app di Whatsapp sul vostro smartphone nessuno vi chiede la vostra età. Come è quindi pensabile che il divieto ai minori di 16 anni possa avere un qualche effetto reale? Chi dovrebbe controllare, oltre ai genitori si intende, se un bambino sta usando Whatsapp? Del resto i dati parlano chiaro. Secondo Telefono Azzurro/Doxa attualmente il 73% degli under 13 usa Whatsapp quotidianamente. E anche per l’uso di Facebook i dati sono praticamente identici.

A cura di Francesco Baglio