CONDIVIDI
Wenger lascia l'Arsenal
Arsene Wenger (Getty Images)

Arsene Wenger lascia l’Arsenal dopo 22 anni e saluta tutti con un comunicato

Ventidue anni. Una vita intera. Erano 22 anni che andava avanti il  rapporto, ma ora è ufficiale: Arsene Wenger lascia l’Arsenal. L’allenatore francese ha comunicato la sua decisione attraverso il sito ufficiale dell’Arsenal stesso, per salutare al meglio i tifosi e sancire la fine di un capitolo bello, bellissimo, anche se poco carico di successi. Sulla panchina dell’Arsenal, Wenger ha disputato ben 1228 partite, con 704 vittorie. I successi ci sono stati, anche se non sono tantissimi: tre titoli di Premier League, 7 FA Cup, 7 Community Shields. E 20 anni consecutivi in Champions League, traguardo non da poco se guardiamo in questo momento il campionato inglese. Ma era da un bel po’ che Wenger non vinceva qualcosa di importante. L’ultimo scudetto inglese nel 2002, l’ultimo trofeo nel 2006. Poi solo grandi soddisfazioni, niente vittorie e la sensazione, anno dopo anno, che qualcosa si stava deteriorando. Negli ultimi anni in particolare Wenger sembrava sempre ad un passo dal lasciare l’Arsenal, ma poi in un modo o nell’altro il matrimonio restava sempre solido e inattaccabile. Adesso, dopo 22 anni, si chiude un’epoca. Arsene Wenger lascia l’Arsenal, e lo fa con un comunicato per i suoi tifosi.

Calcio, Wenger lascia l’Arsenal: il comunicato per i tifosi Gunners

Wenger lascia l'Arsenal
Arsene Wenger (Getty Images)

L’ufficialità del fatto che Arsene Wenger lascerà l’Arsenal, quindi, è arrivata con il comunicato che lo stesso allenatore francese ha dedicato ai suoi quasi ex tifosi. “Dopo attente considerazioni personali seguite a numerosi incontri con il club, è giunto per me il momento migliore per fare un passo indietro al termine della stagione in corso”. Inizia così la lettera di Wenger, che poi ringrazia l’Arsenal e chiude riservando un pensiero per i tifosi: “Sono e sarò per sempre grato all’Arsenal per avermi dato la possibilità e il privilegio di allenare la squadra per così tanti, memorabili anni. Ho sempre allenato con il massimo dell’integrità e dell’attenzione dando sempre il 100%”. Per finire il commiato ai supporters: “Chiedo ai fan dell’Arsenal di essere sempre un traino per la squadra e di tenere sempre a cuore i valori di questo club. Il mio amore e il mio supporto per sempre”. D’amore e d’accordo: il modo migliore per chiudere una lunga storia come quella fra Wenger e l’Arsenal.