CONDIVIDI

Italia, amore Mio! Il Festival in Giappone dove si valorizza l’Italia e le nostre eccellenze: ospiti Emma Marrone e Shade.

Shade, uno dei rapper più intraprendenti, ma anche autore, doppiatore e cantante, sta per approdare in Giappone per rappresentare il nostro paese in occasione del Festival Italia, Amore Mio! giunto ormai alla sua terza edizione e voluto dalla Camera di Commercio Italiana in Giappone proprio per valorizzare le nostre bellezze e le nostre qualità.

Shade e Emma Marrone al Festival Italia, Amore Mio! 

Shade, insieme a Emma Marrone ad esempio si esibiranno in Giappone, il 21-22 aprile proprio in occasione del Festival, ma non saranno soli. Shade è reduce dal successo della sua hit Irraggiungibile e, poco prima, ha ottenuto milioni di views con la canzone tormentone Bene, Ma non Benissimo. Emma Marrone, dal canto suo, ha appena pubblico il uso nuovo album che sta promuovendo in giro per l’Italia e, ora, anche dall’altra parte del mondo, ossia in Giappone!

Assieme a loro ci sarà anche Emiliano Pepe con sua moglie La Pina di Radio Deejay, reduce dal grande successo del libro I love Tokyo. Spazio anche al cinema con Giuseppe Battiston che promuoverà il suo film Finchè c’è Prosecco c’è Speranza, ma chi ha sete potrà bere sul serio i cocktail di uno dei migliori baristi al mondo, Bruno Vanzan. Inoltre l’Italia, in Giappone, guarda anche al futuro con il tema  “The Architecture of Beauty”, un incontro che porta al fondersi di idee di prestigiosi nomi del mondo dell’architettura e non solo, per raccontare il bello dell’Italia e del Giappone.

Italia Amore Mio, le parole dell’ambasciatore italiano

“Il Sistema Italia partecipa compatto a questa straordinaria iniziativa di valorizzazione e promozione del Vivere all’Italiana”  – ha dichiarato l’ambasciatore d’Italia in Giappone, Giorgio Starace. L’Ambasciata è in prima linea con la Camera di Commercio italiana in Giappone, l’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo, la Trade Promotion Section dell’Ambasciata ed ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, per assistere le nostre aziende, il mondo della cultura italiana, così pure le realtà territoriali interessate a promuovere il turismo nel nostro Paese”.

S.Marvaldi