CONDIVIDI
David Rossi, Le Iene Show

David Rossi, Le Iene Show: si torna a parlare del caso che ha sconvolto l’Italia e che le Iene hanno già analizzato diverse volte con dei filmati inediti che dimostrerebbero come l’uomo non si sia suicidato, ma come in realtà sia stato tutto architettato perché probabilmente sapeva qualcosa. Nicola Savino e Matteo Viviani hanno svelato che nella puntata di oggi, domenica 25 marzo 2018, si tornerà a parlare della situazione e che ci saranno nuovi punti di vista.

Le Iene Show, cosa è successo a David Rossi?

David Rossi era il responsabile dell’area comunicazione di Banca Monte dei Paschi di Siena. E’ precipitato dall’ufficio dove lavorava nella sede principale della Banca in un momento molto particolare. L’allarme è stato lanciato attorno alle 20.43 per una situazione che ha fatto molto parlare per le dinamiche.

A Le Iene Show si torna a parlare di quanto accaduto con gli interventi della figliastra e della moglie che non vogliono credere che David Rossi si sia suicidato. Il filmato mostrato fa capire molte cose come per esempio sia innaturale la caduta del corpo per un uomo che si suicida. Inoltre anche le epistassi presenti sulle braccia dimostrano che c’è stata colluttazione. L’immagine impressionante di qualcosa lanciato dopo sembra riferirsi all’orologio che però stranamente aveva lasciato il segno sul polso di David Rossi come se qualcuno avesse premuto con forza in una colluttazione.

La situazione rimane ancora piena di dubbi, ma di certo Le Iene Show hanno deciso di cercare di capire meglio cosa è successo perché in molti pensano che non si possa essere trattato di un suicidio. C’è il rischio che David Rossi sia stato ucciso anche se c’è da dire che difficilmente si riuscirà a risalire a cosa è successo davvero quella notte di diversi anni fa quando purtroppo ci ha lasciato l’uomo.

Il servizio di Antonino Monteleone si intitola “Qualcuno si è deciso a parlare”. Un uomo dal volto coperto, che non vuole rivelare la sua identità, racconta situazioni particolari. Svela di essere stato un gigolò, aveva partecipato giovanissimo ai festini di Siena di diversi anni fa.