CONDIVIDI
Trekking in montagna, Alto Adige (iStock)

Vacanze di Pasqua 2018: itinerari di trekking imperdibili. Dove andare per le vostre vacanze.

Trekking a Pasqua 2018? Perché no, tra le tante proposte di viaggio e attività da fare durante le vacanze pasquali, una bella scarpinata in mezzo alla natura, a inizio primavera, ci sta tutta, anche per smaltire i pranzi e le cene delle feste, che scommettiamo non mancheranno, tra riunioni familiari e di amici. Immergersi nel paesaggio naturale, per respirare aria buona a pieni polmoni, fare attività fisica, uscire finalmente dalle solite quattro mura di casa o dei luoghi di lavoro, non potrà che fare bene. Sperando nel tempo, visto che ancora l’inverno si fa sentire con i suoi colpi di coda che sembrano non volerci lasciare. Certo a fine marzo e primi di aprile, non sarà ancora tanto caldo, ma la nostra bella Penisola, e le sue isole, ci offrono tante meraviglie naturali delle quali non possiamo non approfittare proprio durante le vacanze di Pasqua, le più lunghe di primavera, prima della grande pausa delle ferie estive. Chi ha l’opportunità di partire lo faccia senza indugi e vada alla scoperta delle meraviglie del nostro ricchissimo territorio, da scoprire lentamente, in tutte le sue bellezze particolari, a piedi.

Dalla montagna, alle colline, al mare e anche al lago, l’Italia offre tantissime opportunità di trekking e cammini, basta solo mettersi in marcia.

Vacanze di Pasqua 2018: itinerari di trekking

Manca ormai poco alle vacanze di Pasqua 2018, ma continuiamo a proporvi idee di viaggio e attività da fare nei giorni di festa. Pasqua sarà domenica 1° aprile, la settimana di vacanza andrà grosso modo da giovedì 29 marzo a martedì 3 aprile. Una Pasqua bassa, a inizio primavera, quando ancora non siamo nel pieno delle temperature miti di stagione e chissà quando arriveranno viste le condizioni climatiche ancora invernali. Ad ogni modo, caldo o meno, con le giornate che si allungano e la voglia di uscire finalmente all’aria aperta, possiamo approfittare dei giorni di vacanza per trekking e passeggiate. Un’occasione per stare in mezzo alla natura e fare un po’ di attività fisica.

Ecco gli itinerari da non perdere per fare trekking durante le vacanze di Pasqua 2018.

Vacanze di Pasqua 2018: trekking in montagna

Trekking sulle Dolomiti, Lago di Sorapis (iStock)

Tra fine marzo e primi di aprile, in montagna, sulle Alpi, ci sarà ancora la neve, molto probabilmente. Tuttavia, anche senza salire a quote troppo elevate. fino ai rifugi sopra i 2000 metri, dove farà ancora piuttosto freddo, avete tanti percorsi da seguire per il vostro trekking in montagna a inizio primavera. Tra gli itinerari consigliati, segnaliamo i sentieri intorno a Cortina d’Ampezzo e lungo la Valle del Boite. magari seguendo la suggestiva pista cliclopedonale della Dolomiti. Un altro percorso dolomitico molto bello, in Trentino, è quello lungo i sentieri del Parco dell’Adamello Brenta, con direzione verso le spettacolari cascate Nardis.

Anche sugli Appennini trovate tanti itinerari imperdibili, a cominciare da quelli sull’appennino Tosco-romagnolo e nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Oppure nel suggestivo Parco dei Monti Sibillini, tra Marche e Umbria.

Più a sud, invece, sono da esplorare i sentieri delle Dolomiti Lucane, in Basilicata, con paesaggi naturali mozzafiato. Qui trovate molte occasioni per praticare trekking, arrampicata e sport estremi come il Volo dell’Angelo o la traversata del Ponte Nepalese, sospeso a 35 metri di altezza sul torrente Caperrino, tra i borghi di Castelmezzano e Pietrapertosa.

Vacanze di Pasqua 2018: trekking al mare

Sentiero tra i vigneti alle Cinque Terre (iStock)

Chi l’ha detto che il trekking è solo in montagna? Anche al mare, soprattutto lungo le coste rocciose e su promontori panoramici ricoperti di boschi di vegetazione mediterranea fare trekking è un’esperienza straordinaria, e le occasioni non mancano.

Uno dei percorsi di trekking affacciati sul mare più spettacolari d’Italia è quello del Parco delle Cinque Terre, con tragitti che passano per l’entroterra, addentrandosi nei boschi, ma soprattutto sui sentieri a picco sul mare, tra i terrazzamenti delle coltivazioni. Uno scenario unico, tra i più belli al mondo.

Sulla Costiera Amalfitana, un percorso classico, da fare assolutamente, è lo spettacolare Sentiero degli Dei.

Altri luoghi dove fare trekking sul mare sono il promontorio del Gargano con le sue baie mozzafiato che si aprono sul mare e il fitto bosco della Foresta Umbra. Da non perdere nemmeno il Parco del Conero, più a nord sulla costa adriatica, vicino ad Ancona. Anche qui trovate splendidi percorsi nella macchia mediterranea, dalla quale ammirare spettacolari scorci sul mare. Sul versante tirrenico, invece consigliamo i percorsi sul Monte Argentario e nel Parco della Meremma, in Toscana, zona selvaggia di grande bellezza, tra mare ed entroterra.

Vacanze di Pasqua 2018: trekking al lago

Lago di Como, Varenna (iStock)

Anche i laghi italiani offrono imperdibili percorsi di trekking. Pensiamo ai sentieri intorno al Lago di Como, con vedute romantiche sui borghi e le ville che si affacciano sul lago. Da non perdere la visita all’Orrido di Bellano, una stretta gola formata dall’erosione delle acque del torrente Pioverna in 15 milioni di anni.

Da segnalare anche i sentieri intorno al Lago di Garda, i più belli quelli intorno a Limone e Riva del Garda, nella parte settentrionale del lago. Mentre sul Lago Maggiore è interessante il percorso di trekking che va da Arona a Stresa, sul golfo dove sorgono le isole Borromee, l’Isola Bella e l’Isola Superiore, con paesaggio romantico.

Con meno dislivelli, ma sempre interessanti sono i sentieri attorno al Lago Trasimeno, nell’omonimo Parco naturale, da percorrere a piedi o in mountain bike.

Vacanze di Pasqua 2018: trekking sul vulcano

Escursione al vulcano Stromboli, Isole Eolie (iStock)

Infine, i percorsi di trekking più suggestivi sono sicuramente quelli sui vulcani. Vengono in mente subito il Vesuvio e l’Etna, con i loro percorsi dedicati e le escursioni organizzate con guide professioniste che vi faranno conoscere tutti i segreti e le caratteristiche più singolari dei due vulcani più famosi d’Italia. Per visitare il Vesuvio vengono organizzati molti viaggi specifici, alcuni includono anche l’escursione all’altra importante area vulcanica di Napoli, i Campi Flegrei, nel parco regionale a nord-ovest della città partenopea.

Numerosi e diversi i percorsi per salire al vulcano Etna. I sentieri partono da diverse direzioni, percorribili anche con escursioni guidate. L’’itinerario più semplice e più praticato parte dal versante sud del vulcano e arriva fino a 1.910 metri, dove si trova il rifugio Giovanni Sapienza. Al rifugio si arriva solitamente in auto, per poi salire e piedi verso i crateri principali del vulcano.

Una delle escursioni più belle e spettacolari su un vulcano è tuttavia quella sull’isola di Stromboli, nelle Isole Eolie. L’ascensione alla sommità della piccola isola vulcanica, da fare rigorosamente con una guida professionista, vi regalerà un panorama magico sull’isola stessa e quelle dell’arcipelago. Stromboli è un vulcano attivo piuttosto vivace, quindi è bene usare molta prudenza, ma dalla visita sarete ampiamente ripagati: un’esperienza straordinaria da vivere su una delle isole vulcaniche più suggestive al mondo.

Per altri percorsi di trekking segnaliamo: Passione Trekking: guida ai sentieri più belli d’Italia

I suggerimenti per le vacanze di Pasqua 2018:

A cura di Valeria Bellagamba