CONDIVIDI

Per volare basta una foto e un sorriso: addio alla carta d’imbarco e al passaporto con la nuova tecnologia di riconoscimento facciale.

aereo-carta-imbarco-passaporto-riconoscimento-facciale
iStock

Avete presente tutta quella lunghissima e noiosissima procedura di controllo del passaporto e della carta d’imbarco che porta via molto tempo e ci costringe ad arrivare in aeroporto molte più ore prima del previsto? Bene, potrebbe sparire per sempre. Premesso che ogni controllo che si fa in aeroporto è sempre e solo per la nostra sicurezza ed incolumità visti anche gli ultimi accadimenti di attentati terroristici, va detto allo stesso tempo che certe procedure si potrebbero ovviamente velocizzare.

Sembra così che in Inghilterra, precisamente la compagnia British Airways, abbia deciso di provare una nuova tecnica per volare eliminando sia la carta d’imbarco che il passaporto: per imbarcarsi basterebbe “un sorriso e una foto”. La compagnia inglese, infatti, sta sperimentando un sistema di riconoscimento biometrico del volto in alcuni aeroporti. Questa nuova tecnologia, come riporta l’Huffington Post, è stata creata dalla compagnia Sita (Società internazionale telecomunicazioni aeronautiche) e, in sinergia con i sistemi della polizia doganale e di frontiera, pare che permetta di velocizzare le procedure di imbarco facendo controlli più rapidi sull’identità dei passeggeri in partenza.

Imbarco con una foto in aereo: i test in America

Ovviamente si tratta di un test e, per ora, sia chiaro, serve sempre avere con sè la carta d’identità, il passaporto e la carta d’imbarco per partire, ma queste novità ci fanno ben sperare per il futuro. A oggi la scansione facciale è in test all’aeroporto internazionale di Orlando per i voli diretti a Londra, mentre era già stata sperimentata a Los Angeles diversi mesi fa, sempre sui voli diretti a Londra. Dai primi esami e dalle prime prove, la British Airways, ha dichiarato che questa nuova tecnologia è veramente più veloce perchè ha permesso di imbarcare circa 400 passeggeri in soli 22 minuti, meno della metà del tempo che solitamente si impiega in questa operazione.

Aeroporti: il riconoscimento facciale è attivo anche in Italia

Questa tecnologia biometrica, in ogni caso, è già utilizzata anche all’aeroporto di Napoli Capodichino, Roma Fiumicino e Ciampino e Bologna, scalo Marconi. Tuttavia non è per lo stesso uso: ossia, questa tecnologia serve al gate self-service biometrici per i controlli di frontiera, non per gli imbarchi in aereo, ma di questo passo probabilmente succederà molto presto.