CONDIVIDI
buran-italia-gelo-cosa-è-quanto-dura
iStock

In questi giorni l’Italia è travolta del vento gelido Buran, chiamato anche Burian, che, solitamente, travolge la Siberia o il Kazakistan. Si tratta di una situazione meteorologica temporanea e molto strana che porta le temperature in calo vertiginoso.

Buran: cos’è e origine di questo vento

Il termine Buran, o Burian, arriva dal russo e significa vento molto forte. Un termine semplice con un significato altrettanto “basico”, ma il suo arrivo sull’Italia sta portando con sè delle conseguenze importanti. Se in Siberia il Buran porta anche il fenomeno delle tormente di neve, in Italia questo non sta succedendo, ma il freddo di queste ore è veramente straordinario.

Il Buran, o Burian, nasce nei territori compresi tra Siberia, Kazakistan, Mongolia e Asia Centrale. Qui visto che la luce solare diminuisce in inverno il Buran porta con sé un ovvio raffreddamento e l’aria diventa gelida. Il motivo per cui Buran è arrivato in Europa dipende, come si legge su 3bmeteo, dal Ponte di Weikoff che collega virtualmente la scandinavia con tutte le aree siberiane. Da qui il Buran così riesce a scivolare verso il nostro continente. Se questo ponte è forte allora il Buran arriva anche in Italia, cosa che è successa ora.

Buran caratteristiche e quanto durerà il gelo sull’Italia

Il Buran quando si sposta verso Sud diventa instabile e quindi quando si sposta verso l’Italia, come sta succedendo adesso, porta con sè condizioni meteo molto variabili.

Le temperature che porta con sè, visto che si tratta di un’aria artica si aggirano intorno -15/-20°C.

Le ultime volte in cui il Buran ha raggiunto l’Italia sono nel febbraio del 1991 e del 1996. Prima di queste due date altre volte era già successo, ma si parla di prove storiche risalenti a moltissimi anni fa, come nel 1929 e nel 1956. Questo episodio del 2018 quindi arriva dopo più di dieci anni di tregua e, ovviamente, sta sconvolgendo il nostro Paese.  L’apice del freddo pare che debba ancora arrivare e si registrerà intorno al 23-24-25 febbraio, dopo si deve solo sperare che altre correnti portino via il Burian e lascino spazio alla primavera. Per ora, però, ci tocca aspettare, chiuderci in casa e aumentare la temperature sul termostato di casa!

Se volete dei suggerimenti sul come vestirvi in vista di questo vento gelido leggete qui: