CONDIVIDI
(Clara Polo Sabat, CC-BY-SA-4.0)

Vengono inaugurate oggi agli Uffizi le nuove sale dedicate a Caravaggio e ai pittori del Seicento. Le nuove sale, otto in tutto, vengono così aperte al pubblico e al loro interno sarà possibile ammirare tre dei capolavori del Caravaggio. Si tratta di “Scudo con la testa di Medusa”, “Bacco con la coppa di vino” e “Il sacrificio d’Isacco”. All’interno delle stesse sale, si potranno ammirare inoltre altri capolavori del Seicento. Tra questi, “Giuditta che decapita Oloferne” di Artemisia Gentileschi e dipinti celebri di Gherardo delle Notti, Bartolomeo Manfredi, Rubens e Rembrandt e il ritratto di Galileo Galilei di Justus Sustermans. Le nuove sale, che rappresentano una tappa importante verso il completamento dei Nuovi Uffizi, stamattina – tradizionalmente giorno di chiusura – saranno eccezionalmente aperte al pubblico dei visitatori e saranno visitabili gratis. A guidare i “cittadini accorsi” in un “importante progetto di valorizzazione e cura delle collezioni del museo che attraverso l’innovazione collegherà storia e futuro delle sale della Galleria” sarà lo stesso direttore degli Uffizi, Eike Schmidt.

Firenze, Uffizi: come visitarli gratis

(Pixabay)

Per chi si fosse perso oggi la straordinaria possibilità di visitare gratuitamente le sale, potrà rifarsi molto presto. Infatti, gli Uffizi da molti anni aderiscono all’iniziativa ministeriale della Domenica al Museo, che permette l’accesso gratuito ai musei la prima domenica di ogni mese. Si tratta di un’iniziativa importante, che si affianca alla scelta di molti musei di restare aperti gratuitamente per tutto l’anno. Qui puoi conoscere l’elenco di tutti i musei e monumenti aderenti a #Domenicalmuseo. Qualche ora di attesa verrà ampiamente ripagata. 

Musei gratis a Firenze

(Pixabay)

Gli Uffizi non sono naturalmente gli unici ad aderire all’iniziativa ministeriale. Lungo è l’elenco dei musei che è possibile visitare gratuitamente la prima domenica di ogni mese. Si tratta di Galleria dell’Accademia; Museo delle Cappelle Medicee; Musei di Palazzo Pitti; Museo Nazionale del Bargello; Cenacolo di Andrea del Sarto; Museo della Casa Fiorentina Antica di Palazzo Davanzati; Museo Archeologico Nazionale; Museo di Casa Martelli; Museo di Orsanmichele; Giardino della Villa Medicea di Castello; Parco di Villa il Ventaglio; Villa Corsini a Castello; Villa Medicea della Petraia. Questi musei fanno parte del circuito dei Musei Statali di Firenze. Per anni, poi, è stata portata avanti l’iniziativa ‘La Domenica del Fiorentino’, che prevedeva l’accesso gratuito ai musei del circuito Musei Civici Fiorentini la seconda domenica del mese. Dal 2015, l’iniziativa è stata allineata a quella nazionale ‘Domenica al Museo’, per cui l’ingresso gratuito è stato spostato alla prima domenica del mese. Vi sono infine occasioni di apertura gratuita straordinaria: lo scorso anno, in occasione della Festa della Donna, era previsto l’ingresso gratuito per tutte le donne nei Musei Civici e Statali della Toscana. L’iniziativa verrà probabilmente ripetuta anche quest’anno.

Biglietti Uffizi Firenze: quanto costano

(Ernesto Ruscio/Getty Images)

Nelle scorse settimane, una notizia non bella era arrivata per i tanti turisti che scelgono di visitare ogni anno gli Uffizi. Infatti, secondo quanto riportato dai quotidiani locali, il direttore Eike Schmidt avrebbe deciso un aumento del prezzo del biglietto, almeno per il periodo di alta stagione. Si tratta, in particolare, dei periodi di primavera, estate, ma anche inizio autunno. Per la bassa stagione, che andrà da novembre a febbraio, invece, saranno introdotti sconti che potranno raggiungere il 50%.

A cura di Gabriele Mastroleo