CONDIVIDI
freddo neve
ROBERT ATANASOVSKI/AFP/Getty Images

L’inverno è arrivato. Gli esperti del meteo avevano annunciato che febbraio sarebbe stato di tutt’altra pasta rispetto al mite gennaio e che avremmo sofferto – o gioito dipende dai gusti – dei rigori dell’inverno. Una stagione invernale che è stata pressoché assente nel primo mese dell’anno, ma che si rifarà completamente nel mese di febbraio.

La cortina di ferro dell’anticiclone delle Azzorre che finora ci aveva protetto garantendoci tempo stabile e temperature tiepide è stata trafitta dalle correnti del Nord Europa e da una perturbazione atlantica che sta portando pioggia e neve sull’Italia. L’aria gelida è però in gran parte stata fermata dalle Alpi e quindi il calo termico è per il momento limitato. Ma non è finita: fra qualche giorno una nuova ondata di freddo e gelo scenderà sul nostro Paese e riuscirà ad entrare facendo crollare il termometro e portando neve abbondante anche in pianura.

Febbraio: neve in pianura e temperature sotto la media

In questo primo fine settimana di febbraio le temperature scenderanno e le precipitazioni la faranno da padrone, ad esclusione del nord ovest e delle regioni adriatiche centrali. Neve diffusa sulle pianure dell’Emilia-Romagna ad esclusione della costa, sugli Appennini in Toscana a quota 300 metri, sul resto a quota 700 metri. Domenica 4 avremo un generale miglioramento, con tempo più asciutto.

Ma come dicevamo l’inverno si scatenerà la prossima settimana. Da lunedì 5 febbraio un’imponente Bassa Pressione si muoverà verso l’Italia mentre aria gelida di origine artica riuscirà a penetrare nel nostro territorio.

 

Lunedì il maltempo colpirà il Nord Ovest e poi le regioni tirreniche, martedì le precipitazioni si allargheranno a tutte le regioni centrali con possibilità di nubifragi sul Lazio, Umbria e anche sull’Emilia Romagna. Mercoledì 7 nevicate al Nord anche in pianura con possibilità di nevicate a Milano e Torino, mentre continuerà a piovere su tutte le regioni centrali e la Campania. Giovedì migliora al Nord, mentre peggiora al Sud con piogge che si faranno più intense con precipitazioni a carattere alluvionale. Solo nel weekend avremo una tregua con cielo soleggiato e piovaschi leggeri sulla Toscana e la Liguria.

Le temperature che hanno già iniziato a scendere proseguiranno la loro discesa verso il basso in tutta la prossima settimana. I valori arriveranno ad essere al di sotto della media del periodo anche di 6/7 gradi con minime abbondantemente sotto lo zero al Nord e intorno allo zero al Centro.