CONDIVIDI

Un pilota della British Airways è stato arrestato a bordo di un aereo con l’accusa di essere ubriaco. L’episodio è avvenuto a Londra, all’aeroporto di Gatwick. Il pilota è stato rimosso e arrestato giovedì sera prima che il volo della British Airways Boeing 777 partisse per le Mauritius. L’incidente ha ritardato la partenza del volo di oltre due ore. La polizia “ha ricevuto un rapporto di un membro del personale della compagnia aerea che aveva sospettato che il pilota fosse sotto l’influenza dell’alcool”. Queste la parole di un portavoce della polizia del Sussex alla CNN. “Un uomo di 49 anni di Harmondsworth, West Drayton a Hillingdon, è stato arrestato con l’accusa di svolgere la propria mansione di pilota con livello di tasso alcolemico che superava il limite prescritto”, ha detto la portavoce. La British Airways ha detto che la compagnia aerea “sta prendendo la questione con estrema serietà e sta aiutando la polizia con le sue indagini. Siamo spiacenti per il ritardo dei nostri clienti”, ha detto il portavoce. “L’aereo è rimasto al cancello fino a quando un terzo pilota alternativo si è unito all’equipaggio di condotta. La sicurezza dei nostri clienti e dell’equipaggio sono sempre la nostra massima priorità.” Il Boeing 777, con a bordo 300 passeggeri, sarebbe dovuto decollare ieri alle 20.20 (ora locale) per un volo di 11 ore per le Mauritius. Il volo è rimasto sulla pista fino alle 23. Un testimone, presente sul volo, ha raccontato la scena alla stampa inglese: “I poliziotti si sono precipitati sull’aereo e si sono diretti direttamente verso la cabina di pilotaggio. Il primo ufficiale è stato ammanettato e trasportato fuori dal velivolo. Ovviamente tutti i passeggeri sono rimasti a bocca aperta. È terrificante pensare a cosa sarebbe successo se quell’uomo avesse svolto la sua mansione”. Il primo ufficiale era uno dei tre piloti e avrebbe preso il comando dell’aereo durante le 11 ore di viaggio verso l’isola dell’Oceano Indiano.