CONDIVIDI
iStock

L’inverno si sta facendo sentire in questi ultimi giorni, soprattutto in Spagna dove proprio in queste ultime ore, abbondanti nevicate hanno addirittura paralizzato il traffico sulle principali strade di tutta la nazione.

Nevicata improvvisa a Madrid: traffico paralizzato

Soprattutto Madrid, città cuore di tutta la Spagna, è stata una delle zone più colpite da queste nevicata improvvisa e anche molto violenta tanto che, appunto, sono stati moltissimi gli automobilisti che, tornando verso casa, dalle vacanze natalizie, hanno trascorso la notte all’addiaccio, bloccati in macchina in interminabili code per via della neve che aveva paralizzato il traffico autostradale. Secondo le notizie provenienti dai media locali, la situazione peggiore è quella registrata nelle zone di Avila, Segovia e Madrid. Qui infatti sono intervenute le unità militari per le emergenze anche per soccorrere gli automobilisti che, come dicevamo, stavano tornando a casa dopo le vacanze. Sono stati 240 in totale gli uomini delle forze speciali intervenuti per ripristinare la situazione stradale e, l’intervento di soccorso, si è concluso intorno alle 13:00 di ieri, domenica 6 gennaio, quando grazie ad un Tweet delle forze dell’ordine si è saputo che la situazione era, più o meno tornata alla normalità.

Previsioni Meteo Italia: cosa ci aspetta

Non è solo la Spagna ad essere colpita dal maltempo: a quanto pare, secondo i modelli meteo, quello che ci aspetta nei prossimi giorni in Italia è di nuovo abbastanza poco rassicurante perché c’è una nuova ondata di maltempo che sta colpendo proprio il nostro paese a cominciare da oggi lunedì 8 gennaio e martedì 9 gennaio porterà tantissime nevicate e piogge sulle Alpi sia del Piemonte che della Val d’Aosta con la neve che cadrà anche a 800-900 metri sulle Alpi Marittime, quindi molto bassa. Nevicate invece più copiose sono previste sempre tra lunedì sera e martedì, ma soltanto tra i 1600 e i 1800 m. Questa intensa perturbazione che arriva dalla Spagna sta portando quindi maltempo anche al nord nel nostro Paese e il peggioramento, appunto, lo avremo nei primi giorni della settimana mentre poi invece con il trascorrere dei giorni la situazione dovrebbe tornare nella normalità. Sebbene le temperature siano particolarmente alte rispetto alla media con, soprattutto al centro-sud, delle massime che raggiungeranno i 18 20° soprattutto in Sicilia, le piogge così abbondanti potrebbero causare dei danni. Già questa mattina infatti in diverse zone d’Italia, come in Liguria, le scuole sono rimaste chiuse per via dell’allerta meteo.