CONDIVIDI

Buone notizie per il meteo di fine 2017: torna il bel tempo, dopo la tempesta invernale di questi giorni, con un deciso rialzo delle temperature. Nelle prossime ore è attesa sull’Italia una massa d’aria mite rispetto a quelle invernali, proveniente dall’Atlantico, dall’anticiclone delle Azzorre verso il Mediterraneo centrale.

Passeremo un San Silvestro, 31 dicembre, con temperature miti e tempo asciutto – ideale per le feste all’aperto della notte dell’ultimo dell’anno – ma già nelle prime ore del Capodanno arriverà sull’Italia una perturbazione. Occhio al meteo dunque.

Meteo di fine 2017: che tempo farà

Già da oggi, anche se ancora con il maltempo al Sud Italia, ma soprattutto dalle prossime ore, l’ondata di perturbazione portata dal vortice freddo sceso sulla Penisola sarà spazzata via dall’alta pressione portata dall’anticiclone delle Azzorre. Il tempo migliorerà su quasi tutta Italia, eccetto alcune zone delle Alpi, in particolare sulla Valle d’Aosta, dove sono attese nubi e nevicate su gran parte della regione nella giornata di sabato 30 dicembre. Inoltre, il meteo sarà variabile sul versante tirrenico e sulla Liguria di Levante, con occasionali piovaschi. Comunque si assisterà ad un generale rialzo delle temperature su tutta Italia, anche nelle zone di montagna.

Vediamo in dettaglio il meteo di fine 2017 e inizio 2018, secondo le anticipazioni di 3bmeteo.it.

Domenica 31 dicembre, San Silvestro. L’ultimo giorno dell’anno vedrà ancora la presenza dell’anticiclone con condizioni meteorologiche in larga parte stabili e tempo prevalentemente soleggiato. Ci sarà ancora una residua variabilità sulle zone tirreniche, sulla Liguria di Levante e sull’Alta Toscana. In generale, il clima sarà decisamente più mite rispetto ai giorni scorsi in cui ha fatto molto freddo. Le temperature saranno in forte rialzo, in particolare al Centro-Sud, dove si avranno fino a +7-8° C. Elevate anche le temperature in montagna, con sbalzi termici fino a 10° che porteranno un elevato rischio di valanghe.

Se a San Silvestro farà bel tempo, durante la notte del passaggio al nuovo anno arriverà sull’Italia una nuova perturbazione veloce. Cadrà qualche debole pioggia al Nord Italia, con possibile estensione sulla Toscana, mentre sulle Alpi nevicherà a 1200-1400 metri di quota.

Lunedì 1° gennaio 2018, Capodanno. Nel primo giorno dell’anno transiterà un po’ su tutta Italia la perturbazione che nella notte era arrivata al Nord. Sarà comunque un fronte debole e rapido. La mattina del primo dell’anno sarà caratterizzata da nubi un po’ ovunque, con piogge concentrate al Nordest e sulle regioni centrali tirreniche, in estensione alla Campania. Nel pomeriggio-sera sono attesi fenomeni al Sud peninsulare e medio-basso Adriatico, anche se a carattere sparso. Intanto il tempo migliorerà al Nordovest, in estensione a Trentino alto Adige, Toscana e Sardegna.