CONDIVIDI
aereo si schianta
Aeroporto Internazionale di Malta di notte (Savh – Own work, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Aereo si schianta all’aeroporto di Malta: un brutto incidente, per fortuna senza conseguenze. Un episodio che ha più dell’assurdo e dell’incredibile che del drammatico, ma che non elimina la gravità dell’incidente aereo e soprattutto dei danni. Ecco che cosa è successo.

Aereo si schianta all’aeroporto di Malta

Come abbiamo visto la tempesta invernale si è abbattuta sull’Italia portando un brusco calo delle temperature con abbondanti nevicate sulle Alpi, pioggia e vento forte al Centro-Sud. Il maltempo, con condizioni marine avverse, si è esteso anche al Mediterraneo, raggiungendo anche Malta e il suo arcipelago. Qui, all’aeroporto internazionale di Luqa il vento forte ha fatto schiantare un aereo contro un muro.

Il velivolo coinvolto nell’incidente è un aereo privato che era parcheggiato all’aeroporto di Malta, vicino a La Valletta. La furia del vento ha spostato il velivolo, mandandolo contro la recinzione. L’aereo ha prima sfondato la rete di recinzione, poi si è schiantato contro il muro di un edificio, in cui si è conficcato con il muso.

Per fortuna a bordo non c’era nessuno, così non ci sono stati feriti. L’incidente, comunque, è impressionante. Il muso dell’aereo ha sfondato il muro, entrando nell’edificio, oltre la recinzione dell’aeroporto. L’edificio contro il quale si è schiantato l’aereo appartiene alla Polidano Group, azienda maltese di costruzioni, e comunque non avrebbe subito danni irreparabili. Lo stesso non si può dire del velivolo.

L’aereo che si è schiantato è un jet di lusso, un trireattore Dassault Falcon 7X di fabbricazione francese, che secondo i media locali e i tabloid inglesi apparterrebbe a Lord Michael Ashcroft, uomo d’affari e politico britannico, tra i maggiori finanziatori del partito conservatore al governo nel Regno Unito. Secondo il quotidiano Telegraph, l’aereo sarebbe stato registrato a nome di Ashcroft alle Bermuda.

Il Dassault 7X costa la bellezza di 56 milioni di dollari ed è considerato una specie di “Rolls Royce dei cieli”. Il lussuoso jet può trasportare fino a 20 passeggeri nel massimo comfort ed è in grado di coprire 10.500 km di distanza, collegando Londra e New York senza scalo. Il 2 maggio 2014 un Dassault Falcon 7X con 3 persone a bordo impiegò solo 5 ore e 54 minuti per volare dall’aeroporto Teterboro di New York al London City Airport di Londra.