CONDIVIDI
babbo natale
Babbo Natale sulla slitta trainata dalle renne (iStock)

Ma come fa Babbo Natale a consegnare i regali ai bambini di tutto il mondo in una notte sola, viaggiando su una slitta trainata dalle renne? Impossibile! Niente affatto.

Babbo Natale ha “poteri magici” e per lui niente è impossibile. Grazie alla sua magica slitta, viaggiando alla velocità della luce, arriva dappertutto. Puntuale per lasciare i regali ai bambini di tutto il mondo sotto l’albero, scendendo dal camino o passando dalla finestra, se il camino non c’è.

Non ci credete ancora? Ve lo dimostriamo noi che è tutto vero. Basta seguire il percorso di Babbo Natale sul sito web che traccia il suo tragitto nella notte della Vigilia.

Babbo Natale e il suo percorso nella notte della Vigilia

Sembra incredibile eppure esiste un sito web, con relativa app per smartphone, che permette di tracciare il percorso di Babbo Natale e della sua slitta trainata dalle renne durante il viaggio per consegnare i regali di Natale ai bambini di tutto il mondo nella notte di Natale.

Il simpatico anziano dalla grande pancia, la faccia rubiconda, la lunga barba bianca e il curioso vestito rosso bordato di pelliccia bianca parte il 24 dicembre, la Vigili di Natale, per portare i regali ai bambini di tutto il mondo. Un corriere speciale, come non ne esistono al mondo.

Se siete curiosi di conoscere il suo viaggio a bordo della slitta e volete sapere dove si trova e quale Paese sta sorvolando durante la notte di Natale non dovete fare altro che collegarvi al sito web NORAD Tracks Santa. Si tratta di un curioso programma che permette di tracciare il viaggio di Babbo Natale intorno al mondo per consegnare i doni.

Un programma che esiste dal 1955 ed è stato creato da NORAD, il sistema di difesa aeronautico e spaziale del Nord America, un’organizzazione congiunta di Stati Uniti e Canada. NORAD è l’acronimo di North American Aerospace Defense Command, Comando di Difesa Aerospaziale del Nord-America.

Il NORAD è in grado di fornire la situazione, natura, posizione, rotta, direzione e velocità, di qualunque oggetto volante nell’ambito aerospaziale del Nord America. Dunque anche di Babbo Natale e non solo sul Nord America.

Tutto è nato il 24 dicembre del 1955 quando un negozio di Colorado Springs pubblicò un annuncio su un giornale locale che avvertiva i bambini della possibilità di telefonare a Babbo Natale, segnalando un numero da chiamare. Tuttavia, per un errore, invece del numero di telefono del negozio fu pubblicato quello del centro di comando della Continental Air Defense (CONAD) di Colorado Springs. Sorpreso dalle telefonate arrivate al presidio militare, il colonnello Shoup che era in servizio quella notte decise di non deludere i bambini e ordinò ai membri della sua squadra di indicare ai bambini che avrebbero chiamato la posizione di Babbo Natale in viaggio. Iniziò così una curiosa e divertente tradizione portata avanti anche negli anni successivi, anche quando il CONAD fu trasformato di NORAD.

Negli anni, da programma telefonico di intrattenimento “NORAD Tracks Santa” è diventato anche un sito web, poi una app, consultabile in tutto il mondo e con versioni in diverse lingue, anche in italiano. Il programma oggi è portato avanti da volontari e si avvale di molteplici mezzi di comunicazione di massa e di social come Facebook e Twitter. Il sito web, poi, è ricco di contenuti multumediali: dl villaggio animato di Babbo Natale, ai video, le foto e le canzoni di Natale.

Collegandovi al sito web di NORAD Tracks Santa la Vigilia di Natale con i vostri bambini, potrete scoprire insieme dove si trova Babbo Natale e quale Paese sta sorvolando in quel momento!