CONDIVIDI
Donald Trump (Michael Vadon, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Che il Presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump fosse sicuramente un personaggio politico anomalo rispetto a ciò a cui siamo stati abituati negli ultimi anni, ce ne siamo accorti ormai da tempo. In quasi un anno intero di carica, il presidente Trump si è distinto per decisioni particolari e ora pare che il presidente degli Stati Uniti d’America abbia deciso di cancellare le parole: transessuale,diversità e feto dal lessico della sanità.

La lista delle parole vietate da Trump

L’amministrazione ha così proibito alla massima autorità sanitaria statunitense, nello specifico si tratta del Center for disease control and prevention l’uso di tutta una serie di frasi e parole. Durante la riunione del team di medici e del personale sanitario è stata comunicata questa decisione alla platea che è rimasta sbalordita da una decisione considerata quasi folle. Da domani così i medici e il personale non potranno più usare nei documenti ufficiali questi termini specifici:

  • vulnerabilità
  • diritto
  • diversità
  • transessuale
  • feto
  • basato sulle evidenze
  • basate sulla scienza

Al posto di basati sulla scienza ad esempio come riporta repubblica.it viene consigliata ai funzionari della sanità e gli scienziati di usare la parola basate sulla scienza in considerazione degli standard e dei desideri della comunità.

L’elenco di tutte queste parole, ovviamente ha fatto il giro del mondo: è stato riportato da quasi tutti i maggiori organi di informazione americani e il dibattito è decisamente infuocato intorno al presidente Trump.

Il motivo che ha portato a questa decisione non è altro che un tentativo di sottomettere la scienza alla politica e soprattutto di limitare il dibattito intorno a questioni di bioetica e diritti civili, soprattutto per quanto riguarda la diversità di genere sessuale.

Per Trump la scienza è un’opinione

Del resto non è proprio una novità, Trump ha sempre dichiarato di di considerare la scienza una sorta di opinione e non una realtà oggettiva. Ne abbiamo avuto la conferma dopo le sue considerazioni sul cambiamento climatico.

Secondo quanto riporta poi il Washington Post, oltre al Dipartimento della Salute, anche il dipartimento di Giustizia e di istruzione hanno avuto alcune indicazioni su come dover parlare e come raccogliere informazioni su lesbiche gay bisessuali e transgender.