CONDIVIDI
george clooney
George Clooney con la moglie Amal (Getty Images)

Attimi di puro panico in aereo per l’attore George Clooney e la moglie Amal Alamuddin mentre stavano viaggiando con i loro figli gemelli Ella e Alexander di 6 msei. Ad un certo punto i due bambini sono scoppiati a piangere e non riuscivano a consolarsi, mandando in crisi i genitori.

George Clooney in aereo con i figli che piangono disperati

Tutti quelli che hanno avuto figli lo sanno molto bene: quando i bambini piccoli si mettono a piangere urlando e non vogliono saperne di finirla la situazione diventa drammatica. Soprattutto quando sei in pubblico, con altre persone che vengono letteralmente stordite dalle grida disperate dei bambini. Spesso non si tratta di un problema grave e irreparabile: i bambini hanno le classiche colichette o stanno mettendo i dentini. Ma per chi viene investito dalle loro urla può essere un tormento. Una situazione molto imbarazzante per i genitori, che tentano in tutti i modi di calmare i figli.

La stessa cosa è accaduta a George Clooney e a sua moglie Amal, mente stavano viaggiando in aereo dagli Stati Uniti al Regno Unito. La coppia volava in business class quando i figli gemelli sono esplosi in pianto disperato e a dirotto. I genitori hanno provato a calmarli, ma senza successo. Così George Clooney ha trovato un modo ingegnoso per risparmiare gli altri passeggeri dalle urla lancinanti e farsi perdonare. A tutti ha regalato un paio di cuffie, per proteggersi l’udito dal pianto dei bambini.

L’idea è stata anche una geniale trovata di marketing, perché sulle cuffie era impresso il logo del marchio della tequila che Clooney produce con il socio Rande Gerber. Insomma un’idea geniale. Una mossa preventiva e un modo per farsi pubblicità.

Stando alle varie fonti di gossip, tuttavia, c’è chi scrive che i gemelli hanno pianto e chi invece che non si sono fatti sentire e il gesto di Clooney è stato più che altro dimostrativo. Comunque, riportano i media americani, a bordo dell’aereo c’era anche il regista Quentin Tarantino, che ha accettato di buon grado di indossare le cuffie.

Nel frattempo, Clooney ha raccontato di essere estasiato dai suoi figli: la bambina Ella è elegante e raffinata come la mamma, mentre il fratellino Alexander è molto divertente e ride fortissimo. Accanto alla gioia della paternità, però, c’è la stanchezza estrema causata dalla fatica di essere genitore: “Piango quattro volte al giorno perché sono davvero stanco”, ha confessato George Clooney.