CONDIVIDI

Gli esperti del meteo lo avevano detto già da qualche settimana: il Ponte dell’Immacolata sarà sotto il segno del maltempo e del freddo. E a quanto pare sarà proprio così. Prima le piogge, poi il freddo e dalla prossima settimana avremo entrambi i fenomeni: ossia farà molto freddo e pioverà o nevicherà.

Questa nuova ondata di gelo è dovuta ad una seconda irruzione polare che arriva sul nostro Paese. L’inverno 2017/18 sarà caratterizzato proprio da queste cosiddette sciabolate artiche e a differenza degli inverni passati saranno – almeno nelle previsioni – più frequenti. Ed è proprio questo dato della frequenza – il che significa giorni di freddo intenso maggiori della norma – che ha fatto definire questo inverno come da freddo record.

Se sarà effettivamente un inverno da record è ovviamente ancora presto per dirlo. Quello che però si può affermare è che finora la media termica di dicembre è stata più bassa della norma del periodo e le previsioni sulle temperature per la prossima settimana sono al di sotto della media. Insomma, dicembre si sta rivelando un mese freddissimo.

Aria gelida sull’Italia: temperature sotto zero

L’irruzione polare alimentata da venti gelidi settentrionali arriverà nella giornata di sabato dapprima al Nord poi successivamente al Centro e al Sud. Lunedì 10 dicembre tutta Italia sarà sotto zero o quasi con valori inferiori alla media del periodo anche di 5/6 gradi. In più imperverserà il maltempo su varie regioni portando anche neve in pianura.

Sabato 9 dicembre il maltempo inizia a fare capolino al Nord con qualche piovasco sul nordest e pioggia mista a neve sull’Emilia. Al Centro iniziano le piogge su Umbria e Lazio, mentre al Sud avremo qualche pioggia sul Foggiano, sulla Campania e sulla Calabria.  Domenica 10 dicembre il fronte del maltempo si fa più compatto: sulle regioni settentrionali nel pomeriggio attese nevicate in pianura specie su Piemonte, Emilia, bassa Lombardia e Veneto. Al Centro si scatenano invece le piogge sulle regioni tirreniche, neve sugli Appennini a quota 600 mt. Al Sud nuvoloso, ma piuttosto asciutto.

Nel frattempo che il maltempo imperversa sull’Italia le temperature calano: sabato al Nord, domenica anche al Centro e al Sud. Domenica la città più fredda d’Italia sarà Trento con ben 11 gradi sotto zero di minima e  – 4 di massima. Le temperature  minime per domenica 10 dicembre: a Torino – 6, Milano – 5, Bologna – 3, Firenze – 2, Perugia – 5, Roma – 1,  Napoli 1, Bari e Catanzaro 2, Campobasso – 5, Palermo sarà la più calda con 9 gradi di minima.