CONDIVIDI

Invisible Box Challenge

Avete notato che nel web cominciano a circolare sempre di più dei video dove si vede qualcuno che cerca di salire un gradino invisibile? Probabilmente vi sarete imbattuti in questi particolarissimi video che si chiamano “Invisible Box Challenge”. Una sfida, lanciata nel web da Ariel Olivar, una cheerleader americana che ha postato il suo video su Twitter.

Nelle immagini si vede Ariel che sale su una scatola immaginaria e va oltre. Il piede sembra oggettivamente fermo, appoggiato su una scatola anche se questa non esiste. A ben pensarci, non è facile da fare e il video ha ottenuto immediatamente tantissimo successo con un boom di condivisioni: 130 mila in pochi giorni e tanti hanno provato ad imitarla.

Cos’è la Invisible Box Challenge

La Invisible Box Challenge non è nuova, era stata lanciata nel 2014, ma non aveva avuto grande successo ora, grazie al tweet di Ariel, moltissime persone in tutto il mondo stanno provando a salire il proprio scalino immaginario. Sul web basta scrivere Invisible Box Challenge per trovare una marea di video, alcuni veramente divertenti perchè non è facile riuscirci ci vuole coordinazione e forza nelle gambe, altri invece sono sorprendentemente bravi.

Questa competizione lanciata nel web è la sorella più piccola dell’Iced Bucked Challenge, la sfida che tutti abbiamo fatto gettandoci un secchio di acqua ghiacciata addosso a favore della ricerca medica. Qui pare che non vi siano “doppi fini” per beneficenza, ma si tratta solo di una prova di abilità fisica e di ginnastica veramente spettacolare da vedere. La cheerleader è molto brava e così altri ragazzi che hanno fatto dei video che possiamo vedere sui social, ma se voi vi ritenete ancora più bravi non resta che provare a fare questa Invisible Box Challenge da soli.

Come abbiamo già detto il gioco sta nel far credere a chi guarda che voi siate saliti con un piede su una scatola. Un’illusione ottica insomma, ma come vedrete navigando nella marea di video caricati su Youtube eseguire questa Invisible Box Challenge come ha fatto la cheerleader non è proprio semplice!