CONDIVIDI
dormire in un castello
Santa Severa (www.visitlazio.com)

Avete mai sognato di dormire in un castello, per di più affacciato sul mare? Un sogno che sembra una favola irrealizzabile o realizzabile solo per chi è molto ricco. Niente di tutto questo, dalla prossima estate, ma anche prima, giovani e meno giovani potranno dormire nel Castello di Santa Severa, imponente e spettacolare edificio affacciato sul mare del litorale laziale, a nord Roma. Questo è possibile grazie ad un progetto di qualificazione della Regione Lazio.

Dormire in un castello: a Santa Severa

Santa Severa è una frazione del comune di Santa Marinella, affacciata sul Mar Tirreno e situata lungo la Via Aurelia, storica via consolare romana. La frazione è una importante località balneare, che tutte le estati attrae numerosi bagnanti da tutto il Lazio e soprattutto da Roma. Qui si prende il sole sulla spiaggia sabbiosa e si fa il bagno all’ombra dell’imponente castello, la cui Torre principale risale al IX secolo, che dà proprio sul mare, elevandosi da un promontorio lungo la costa. Alle spalle del castello sorgono gli edifici e palazzi del borgo medievale.

Un luogo di eccezionale bellezza paesaggistica che la Regione Lazio ha deciso di rinnovare con un progetto di riqualificazione. Lo scorso aprile è stato inaugurato il complesso monumentale del castello, ma è a febbraio 2018 che aprirà la grande novità: un ostello per giovani all’interno del Castello di Santa Severa, uno spettacolare albergo sul mare a prezzi assolutamente accessibili. L’annuncio lo ha dato con orgoglio il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti, nel riferire le iniziative che verranno realizzate nel castello l’anno prossimo.

Castello e borgo di Santa Severa (Viscardo Squartini, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

La Regione Lazio punta a far diventare il Castello di Santa Severa un polo culturale di riferimento per cittadini e turisti, grazie anche all’apertura di nuovi spazi adibiti a museo, attività di ristorazione e un innovation lab. L’ostello verrà realizzato nell’edificio che delimita la corte interna, dove si affaccia la Rocca, e occuperà la Sala Legnaia al piano terra e tutto il piano primo. Potrà ospitare 40 persone, a prezzi contenuti. La struttura dovrebbe aprire tra febbraio e marzo, comunque sarà pronta per la stagione estiva.

Le aree di ristorazione, bar, caffetteria ed enogastronomia saranno realizzate nel giugno dell’anno prossimo e proporranno le specialità del Lazio. Sempre nel 2018 sarà realizzato un nuovo allestimento del Polo Museale con tecnologie innovative e multimediali, come “Innovation Lab” che permetterà di ricevere informazioni sulle opere e sui luoghi usando uno smartphone. Sono previsti, poi, degli spazi da destinare alle attività congressuali, ai convegni, alle conferenze, ai corsi, agli spettacoli e anche ai banchetti, ricevimenti e celebrazioni di matrimoni. Un regolamento e un tariffario stabiliranno le condizioni d’uso degli spazi del castello. Infine è prevista l’introduzione tramite bando di cinque botteghe artigianali all’interno del castello. Intorno al Castello di Santa Severa c’è poi lo spazio del parco pubblico, aperto a tutti e con un’area dedicata ai bambini.

La località di Santa Severa prende il nome dall’omonima santa che fu qui martirizzata nel II secolo. Si trova a 8 km a sud di Santa Marinella e 50 km a nord di Roma.