CONDIVIDI
meteo previsioni italia
Torna il freddo e il gelo sull’Italia (istock)

L’autunno, dopo aver fatto vedere la sua faccia più cruenta con Attila, si è preso una pausa e in questi giorni di fine novembre ci regala bel tempo e temperature quasi primaverili. Ma non godetene troppo perché l’inverno ci sta attendendo dietro l’angolo ed è pronto a farci battere i denti.

La variabilità è una delle caratteristiche principali dell’autunno e non è quindi per nulla strana quest’alternanza di Alta e Bassa Pressione. Quello che sorprende è l’estremizzazione termica di una parte e dell’altra. Ossia l’Alta Pressione porta temperature molto elevate così come la Bassa porta valori molto inferiori alla media della stagione. Così ci troviamo nel giro di pochi giorni in un’altalena termica che passa dai 17 gradi allo zero termico!

L’Alta Pressione si è impossessata dell’Italia in questi giorni, ma il suo dominio ha le ore contate. Nel corso del weekend infatti si dividerà favorendo l’ingresso di correnti artiche e venti gelidi. Un blocco di alta pressione scenderà verso il Mediterraneo meridionale, un altro si muoverà verso l’Islanda. Si creerà così uno spazio dove si insinuerà una bassa pressione artica, il cosiddetto Generale Inverno.

Arriva il grande freddo: fine novembre gelido

Sabato 25 novembre assisteremo ad un primo peggioramento con l’arrivo di correnti umide, poi faranno il loro ingresso i venti freddi del Nord, principali responsabili del calo termico. A ciò si aggiungerà la perturbazione artica che raffredderà ulteriormente il clima e porterà piogge su molte regioni.

 

Nello specifico sabato 25 novembre il maltempo giungerà dapprima al Nord con temporali anche piuttosto intensi. Nel corso della giornata il peggioramento riguarderà poi le regioni tirreniche, Toscana, Lazio e Campania, e l’Umbria. Il Sud invece sarà ancora protetto dall’Alta Pressione.

Domenica 26 il maltempo si sposta verso sud: piogge sulle regioni del basso Adriatico e su quelle del Tirreno meridionale. Nel corso della giornata le temperature scenderanno ovunque per via dei forti venti che spireranno: Maestrale, Bora e Tramontana entreranno in Italia.

Lunedì 27 l’aria si farà ancora più fredda con gelate mattutine al Nord, ma cielo limpido e soleggiato pressoché ovunque. Qualche nuvolosità al Sud e qualche acquazzone sul Messinenese. Martedì 28 torna qualche pioggia anche sul Tirreno settentrionale e al Nord su Lombardia, Liguria e parte del Nord Est. Mercoledì 29 il maltempo si allarga a tutto il Nord e a tutte le regioni centrali con temporali anche di notevole intensità.

Temperature: Italia sotto zero

Da sabato 25 novembre assisteremo ad un leggero abbassamento termico che diventerà più consistente da lunedì 27 novembre quando il termometro andrà sotto zero in molte città d’Italia. Colpa dei venti gelidi del Nord e della sciabolata artica. Le regioni dove l’Alta Pressione è stata più forte avranno il maggior contraccolpo. Roma ad esempio nel giro di appena tre giorni passerà da una minima di 14 gradi ad una minima di 3! Ben 11 gradi in meno! Meno forte il calo al Nord dove le temperature scenderanno di circa 5 gradi.

Martedì 28 novembre le città più fredde d’Italia saranno Aosta, L’Aquila e Potenza con -4 gradi di minima. Torino e Campobasso- 3, Milano, Bologna, Perugia e Bolzano -2, Firenze 0, Roma, Ancona e Napoli 3 gradi. La più calda sarà Palermo con 13 gradi di minima. Al Nord le temperature massime saranno intorno ai 6/7 gradi, al Centro intorno ai 9/10 gradi, al Sud intorno ai 12 con picchi di 14 gradi a Palermo e 16 a Cagliari.