CONDIVIDI
meta di vacanze
Lago di Como, Varenna (iStock)

In una indagine sulla meta di vacanze più desiderata al mondo, la risposta è stata netta: il 37% della popolazione mondiale sceglie l’Italia. Il nostro Paese, che noi tendiamo spesso a sottovalutare, è desiderato da milioni di persone in tutto il mondo.

Italia: meta di vacanze più sognata al mondo

Alla domanda “se vincesse una vacanza premio all’estero, dove vorrebbe andare?” il 37% della popolazione mondiale risponde “In Italia” (41% tra i ceti elevati), mentre il 32% gli Stati Uniti e il 31% l’Australia. Questi sono i risultati che emergono dall’indagine “Be-Italy” commissionata da ENIT Agenzia Nazionale del Turismo all’istituto di ricerca IPSOS. L’idagine ha indagato la percezione e l’immagine dell’Italia in 18 Paesi stranieri con un sondaggio di 500 interviste online per Paese, di cui 200 a ceti elevati. In base all’indagine, il nostro paese è il terzo più conosciuto al mondo, dal 45% del totale della popolazione mondiale, dopo Stati Uniti, dal 49%, e Regno Unito 47% della popolazione.

I ceti elevati sono quelli che conoscono di più dell’Italia (65% della popolazione). I Paesi in cui l’Italia è più conosciuta sono: Germania, il 21%, la Francia, 18%, il Regno Unito al 16%,  gli Usa, il 16%, e l’India (15%).

L’Italia è anche il primo Paese al mondo ad essere associato a qualità della vita, creatività e inventiva, davanti a Canada, Australia, Cina e Stati Uniti.

Il 23% del totale intervistati conosce l’Italia come Paese della buona cucina, il 16% come quello dei monumenti e della moda, il 15% della pittura e scultura, il 7% del design, il 5% della musica e del teatro. Mentre solo il 3% associa all’Italia allo sport. Il 29% della popolazione mondiale afferma di avere pianificato un viaggio in Italia entro cinque  anni. Percentuale che sale al per le 45% fasce di reddito alto.

La principale attrattiva dell’Italia sono le grandi città storiche, ma è in crescita anche il turismo diffuso e sostenibile, quello dei borghi e delle campagne, degli itinerari enogastronomici e dei dei percorsi meno battuti. Mete queste ultime sulle quali punta l’Enit per ridurre il turismo di massa nelle città sovraffollate.

Le città

cosa vedere a Roma
Roma al tramonto (iStock)

Tra le città italiane più desiderate dai viaggiatori stranieri come meta di vacanza in Italia ci sono: Roma, al 77%, Venezia, al 59%, e Milano, al 48%. Quest’ultima grazie all’Expo del 2015 ha avuto una grande ribalta internazionale ed è citata in particolare da giapponesi, cinesi e brasiliani. Sotto al podio troviamo: Firenze, al 35%, Napoli, al 23%, Torino, all’8%, e Verona, al 7%.

Le regioni

cosa vedere in sicilia
Isola Bella, Taormina (Thinkstock)

Le regioni italiane più conosciute all’estero sono: la Sicilia, al 54%, la Toscana, al 50%, la Sardegna, al 37%, la Lombardia, al 22%, il Veneto, al 20%, la Calabria, il Lazio, il Piemonte, tutte al 18%, l’Umbria, al 14%, l’Abruzzo, al 10%, Campania, Emilia Romagna, Liguria e Puglia, al 10%, il Trentino Alto Adige, al 9%, la Valle d’Aosta, 8%, il Friuli Venezia Giulia, 7%, la Basilicata, al 6%, le Marche, al 4%, chiude il Molise al 3%.

Le attrazioni

Pisa (iStock)

Tra le attrazioni e i monumenti italiani più conosciuti in tutto il mondo, svetta al primo posto, e non poteva essere diversamente,la Torre di Pisa, conosciuta dal 57% degli intervistati, segue il Colosseo, conosciuto dal 56%, la Basilica di San Pietro, dal 54%. Sotto al podio troviamo: gli Scavi di Pompei (46%), il Cenacolo di Leonardo (39%), Piazza San Marco (39%), il Vesuvio (38%), le Alpi (34%), l’Etna (34%), il Duomo di Milano (33%).

La cultura

Musei Vaticani (Jesús Moreno – Oliver-Bonjoch, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Tra i musei, le istituzioni artistico culturali e gli eventi culturali, tra quelli più conosciuti nel mondo spiccano al primo posto i Musei Vaticani , conosciuti al 54% della popolazione mondiale. Seguono: il Festival del Cinema di Venezia, conosciuto dal 49%, il Carnevale di Venezia, da 42%, La Scala di Milano, dal 35%, il Festival di Sanremo (20%), la Biennale di Venezia (19%), gli Uffizi di Firenze (19%), La Fenice a Venezia (13%), il Piccolo Teatro a Milano (11%), l’Orchestra di S. Cecilia di Roma (6%).

Oltre all’arte e alla cultura, l’Italia è sempre di più una meta di vacanze attrattiva per la moda, lo shopping, il lusso e alle esperienze sul territorio (agriturismo, escursioni, cammini, percorsi gastronomici, ecc.).

I visitatori

Il David di Michelangelo, Galleria dell’Accademia (Korido, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Tra gli intervistati, l’11% del totale ha visitato l’Italia 3 volte o anche di più, con una percentuale che sale al 26% tra i ceti elevati. La maggioranza dei visitatori stranieri viene dall’Europa, con il numero più elevato che viene dalla Germania: un terzo dei tedeschi è stato in Italia più volte.

L’indagine emerge poi che il giudizio sul nostro Paese è “molto positivo” per il 29% degli intervistati, che sale al 42% per i ceti elevati. Il giudizio è simile a quello dato a Germania, Regno Unito e Francia.