CONDIVIDI

stazione spaziale cinese

No, non ci sarà nessuna catastrofe, la Stazione spaziale cinese Tiangong 1 fuori controllo e diretta verso la Terra non si schianterà sul nostro pianeta, verrà disintegrata prima quando entrerà in contatto con l’atmosfera. Qualche preoccupazione però rimane, perché alcuni pezzi della stazione potrebbero arrivare intatti al suolo.

Stazione spaziale cinese diretta verso la Terra

La stazione spaziale cinese Tiangong-1 (“Palazzo Celeste” in mandarino) è fuori controllo da molti mesi ed entrerà in rotta di collisione con la Terra. Un guasto tecnico, che i cinesi hanno ammesso solo dopo molto tempo, non ha consentito il suo rientro controllato. La stazione sta girando in orbita intorno alla Terra a 24.000 km orari e sta avvicinando sempre di più, attualmente dovrebbe essere a 290 km dal nostro pianeta. Tiangong-1 pesa 8,5 tonnellate ed è 60 volte più piccola della Stazione spaziale internazionale ISS.

Secondo l’agenzia spaziale cinese, Tiangong-1 dovrebbe entrare nell’atmosfera terrestre in un intervallo di tempo compreso tra novembre 2017 e aprile 2018. Invece, secondo le analisi della Aerospace Corporation, organizzazione no-profit americana che si occupa di ricerca aerospaziale, la stazione cinese potrebbe cadere sulla Terra tra la fine di dicembre e i primi di febbraio 2018. Il periodo potrebbe essere determinato dall’attività del Sole, le tempeste solari, infatti, potrebbero accelerare la caduta della stazione spaziale cinese.

Tiangong-1 dovrebbe disintegrarsi entrando in contatto con l’atmosfera, ma gli esperti sono preoccupati che alcuni detriti raggiungano il suolo con il rischio di un impatto rovinoso. Il possibile punto d’impatto dovrebbe essere l’Oceano, visto che l’acqua ricopre il 71% della superficie terrestre, ma nella probabile zona d’impatto che dovrebbe comprendere un’area lunga 1.600 km, i detriti della stazione spaziale potrebbero cadere sulla terraferma.

La stazione spaziale cinese Tiangong-1 è stata costruita come laboratorio spaziale per missioni scientifiche con personale umano, e come importante prova per l’industria aerospaziale cinese. La stazione è stata inaugurata nel 2011 e poi nel 2012 è arrivato il primo equipaggio, con la prima donna astronauta cinese. Tiangong-1 ha portato a termine sei avvicinamenti e agganci con le capsule spaziali Shenzhou-8, Shenzhou-9 e Shenzhou-10, e ha completato tutte le missioni assegnate.

La Cina ha perso il contatto con la stazione spaziale a marzo del 2016. Ora non resta che aspettare il suo contatto con l’atmosfera.