ViaggiNews

Paura a bordo di un volo EasyJet: atterraggio di emergenza

martedì, 17 ottobre 2017

paura a bordo din un volo

Attimi di paura a bordo di un volo della EasyJet partito da Palma de Maiorca e diretto all’aeroporto di Londra Luton. Il volo è stato costretto ad un atterraggio di emergenza e il co-pilota è stato ricoverato in ospedale.

Paura a bordo di un volo EasyJet da Maiorca a Londra

La vicenda risale allo scorso 3 ottobre ed è stata riportata dal britannico Sunday Times. Il volo EasyJet EZY2278 decollato dall’aeroporto di Palma de Maiorca e diretto allo scalo londinese di Luton è stato costretto ad un atterraggio di emergenza a Parigi a causa di alcuni malori a bordo.

A sentirsi male sono stati alcuni passeggeri, un membro dell’equipaggio e il co-pilota, che ha avuto bisogno di ossigeno. Le cause dei malori pare siano dovute ad un forte olezzo nella cabina dell’aereo. Anche e ancora non si conoscono le vere cause del problema.

La compagnia aerea britannica ha confermato l’atterraggio di emergenza e ha riferito di aver aperto un’indagine interna sull’episodio. “Possiamo confermare che il capitano ha deciso di deviare su Parigi perché alcuni passeggeri, il co-pilota e un membro dell’equipaggio si sono sentiti male”, ha riferito un portavoce di easyJet. L’atterraggio, deciso per precauzione, è avvenuto in sicurezza.

Al momento, si sa soltanto che dalle prime indagini è stata esclusa la “sindrome aerotossica“, ovvero provocata da aria contaminata.

Dopo l’atterraggio a Parigi, i passeggeri del volo sono stati visitati dai medici, mentre il co-pilota è stato portato in ospedale. Tra i passeggeri che si sono sentiti male in volo c’era anche un bambino. La compagnia aerea britannica fornirà nuovi dettagli sulla vicenda nei prossimi giorni. Intanto le cause dei malori rimangono soprattutto un mistero. Quello che conta è che l’atterraggio di emergenza sia andato a buon fine e che le persone a bordo non abbiano avuto problemi più gravi.

Paura a bordo di un volo EasyJet costretto ad un atterraggio di emergenza

Tags:

Altri Articoli Interessanti: