CONDIVIDI

Un ottobre così caldo in pochi se lo aspettavano. Soprattutto dopo un settembre avaro di temperature miti il quale ha spazzato via l’estate e ci ha fatto anzitempo mettere via costume e asciugamano. Costume che in molti hanno ritirato fuori viste le eccezionali condizioni meteo di questi giorni.

Gli esperti del meteo avevano previsto infatti un ottobre molto generoso sul fronte del bel tempo ed in linea con la tradizione che vuole la metà di ottobre caratterizzata da delle belle giornate tiepide e soleggiate, le cosiddette ‘ottobrate’. Ma così tanto caldo forse nemmeno gli esperti se lo aspettavano.

Il termometro in questi giorni è infatti salito verso l’alto raggiungendo valori anche di 5 gradi superiori alla media del periodo. Ed in molti, specie al Sud, hanno ripreso costume ed asciugamano per passare delle ore molto piacevoli in spiaggia. Qualcuno si è perfino fatto il bagno. D’altronde all’ora di pranzo sulle spiaggia del golfo di Napoli o su quella di Mondello a Palermo la colonnina di mercurio ha toccato i 28 gradi!

Ma anche nelle grandi città la media massima è stata intorno ai 25/26 gradi, con minima notturna intorno ai 15 gradi. Insomma, valori primaverili più che autunnali. Questa meravigliosa condizione – meravigliosa per qualcuno, odiosa per altri che da agosto attende un po’ di refrigerio – durerà poco. L’Anticiclone che ci ha investito sta per perdere il suo dominio. E se stavate già organizzandovi per un weekend al mare, rivedete i vostri piani: il clima cambierà decisamente proprio per il fine settimana.

Ottobre,ecco quando arriva il freddo

Il momento della svolta, che segnerà decisamente il passo fra i rimasugli estivi e l’inizio della stagione fredda, sarà il prossimo 20 ottobre. Da venerdì infatti assisteremo ad un cambiamento del meteo: il mastodontico anticiclone perderà il suo dominio, infiltrazioni fredde e piovose raggiungeranno alcune zone d’Italia e nel giro del weekend tutta la Penisola dovrà fare i conti con il nuovo clima freddo e piovoso.

Il 20 ottobre arriverà una Bassa Pressione atlantica che porterà maltempo sulla Sardegna e la Sicilia, a questa si aggiungerà nella giornata di domenica 22 un altro ciclone che raggiungerà invece il Nord Italia e progressivamente il centro.  Domenica 22 buona parte della nostra Penisola sarà sotto l’acqua, con temporali di notevole intensità che interesseranno le regioni settentrionali e quelle tirreniche, mentre sarà più asciutto al Sud.  Le temperature scenderanno soprattutto nei valori massimi: passeremo dai 25 gradi di questi giorni a 18/19 gradi di massima, tranne in Puglia e in Sicilia dove ancora si registreranno valori intorno ai 22/23 gradi.

Dopo questa ondata di maltempo, tornerà l’Alta Pressione, ma il termometro non salirà particolarmente e non ne avrà neanche il tempo perché sul finire del mese arriva una nuova perturbazione carica di piogge che ci traghetterà verso Novembre.