CONDIVIDI
@GettyImages

Un ottobre così caldo e piacevole in pochi se lo aspettavano. Dopo un settembre molto rigido (addirittura è stato il più freddo degli ultimi 15 anni) infatti sembrava ormai assodato di essere pronti per tuffarci nell’autunno senza più nessun colpo di coda. Invece questo ottobre ci riporta in spiaggia.

Gli esperti del meteo avevano già detto nelle loro previsioni a lungo termine che questo ottobre 2017 sarebbe stato mite con giornate di caldo e cielo soleggiato. D’altronde le cosiddette ottobrate, ossia giornate di ottobre piacevolmente miti, sono un evento tutt’altro che raro. Certo è che massime così alte erano difficilmente preventivabili. Ovunque infatti il termometro ha toccato i 25 gradi con punte di 27 gradi! Clima quasi estivo, dunque.

In questo weekend, vista la colonnina di mercurio sempre in rialzo, in molti sono andati o andranno al mare. Le temperature, specie nei valori massimi, è di quasi 4 gradi in più della media del periodo. Un rialzo che ci allontana dai rigori dell’inverno (si dice che il prossimo sia da record), immergendoci in un clima tardo primaverile.

Ma c’è un ma,in questa storia. Già perché questo bel clima di ottobre finirà. E finirà in maniera netta. Come sempre avviene nelle storie, ad un certo punto, la drammaturgia richiede una svolta profonda e decisa. Che arriverà la prossima settimana.

Previsioni meteo: svolta fredda, ecco quando arriva

Il merito di questo ottobre così caldo e piacevole è dell’Anticiclone che è riuscito a conquistare il nostro Paese e piazzarsi stabilmente. E a quanto pare ci resterà ancora un po’ di giorni. Ma siamo pur sempre ad ottobre e le basse pressioni si muovono, le correnti instabili minacciano ed il regno dell’anticiclone non può durare a lungo.

La settimana del 16 ottobre inizierà con un tempo piacevole pressoché ovunque in Italia. Attenzione solo alla nebbia che potrà essere presente nella parte orientale della Pianura Padana e nelle zone interne della Toscana. Le prima avvisaglie di cambiamento le avremo il 20 ottobre, con l’avvicinarsi dei correnti instabili che porteranno delle piogge sulle regioni centro nord occidentali, ossia la Toscana, la Liguria, il Piemonte e la Lombardia.

Ma la svolta l’avremo dal 22 ottobre: arriveranno piogge, temporali anche a carattere di nubifragio, dapprima al Centro Nord poi anche al Sud, e la colonnina di mercurio calerà vorticosamente, con valori che scenderanno anche al di sotto della media dove pioverà.

Passeremo quindi dal troppo caldo al troppo freddo. Ma sarà solo per poco: questa intensa perturbazione durerà infatti fino al 25 quando sarà di nuovo l’Alta Pressione delle Azzorre a tornare a regnare sul nostro Paese, ma con valori molto più bassi di quelli di questi giorni. Insomma, la variabilità sarà la caratteristica di questa seconda quindicina di ottobre.

Autore: Cini Silvia