CONDIVIDI

Compagnia aerea fallita: i passeggeri rimangono a terra. Brutta sorpresa per i clienti di Monarch Airlines. La compagnia aerea britannica è fallita, cessando improvvisamente i voli e lasciando ben 110mila passeggeri a terra, per lo più all’estero. Ecco cosa è successo.

Compagnia aerea fallita: passeggeri a terra

Risveglio amaro per i clienti di Monarch Airlines e per i passeggeri bloccati all’estero: la compagnia aerea low cost britannica è fallita durante la notte e ha cessato improvvisamente le operazioni. I suoi 35 velivoli sono rimasti a terra e 110mila passeggeri, nel Regno Unito e soprattutto all’estero, sono rimasti senza volo. La compagnia ha cancellato oltre 300mila prenotazioni. Gravi disagi per i clienti della low cost.

Così, dopo il tracollo finanziario di Alitalia e Air Berlin e i problemi con i voli cancellati di Ryanair, un’altra compagnia aerea finisce nei guai e soprattutto ci finiscono i suoi passeggeri.

L’annuncio del fallimento e della cessazione delle operazioni di Monarch Airlines è stato dato dalla Civil Aviation Authority, l’autorità per l’aviazione civile britannica che ha dato 24 ore di tempo alla compagnia aerea per rimpatriare i suoi passeggeri all’estero. Monarch sta cercando i stringere accordi con easyJet e un’altra compagnia aerea per far tornare i suoi passeggeri nel Regno Unito.

Nel frattempo, il governo britannico ha avviato la più grande operazione di rimpatrio di propri cittadini dal Dopoguerra, attivando circa trenta aerei per riportare nel Regno Unito i passeggeri britannici di Monarch Airlines bloccati all’estero.

Monarch Airlines è, ormai era, la quinta compagnia aerea britannica, fondata cinquanta anni fa come compagnia charter. Con base all’aeroporto di Luton, vicino Londra, ha trasportato finora circa 6 milioni di passeggeri all’anno. Un traffico importante.Dal Regno Unito i suoi voli hanno viaggiato su oltre quaranta destinazioni, di cui cinque in Italia: Roma Fiumicino, Napoli, Torino, Venezia e Verona.

Le difficoltà economiche erano iniziate già nel 2009 con l’affermarsi delle aree low cost e di una concorrenza sempre più serrata. Monarch Airlines era stata salvata dal fallimento per un soffio nel 2014, con l’acquisto da parte di Greybull Capital. Il nuovo piano industriale prevedeva la riduzione delle rotte e della flotta e la definitiva conversione a compagnia low cost. I problemi per Monarch si sono aggravati a seguito del crollo delle vendite di biglietti per l’Egitto e la Turchia, tratte fondamentali per la compagnia, ma che i passeggeri non hanno più acquistato a causa del terrorismo internazionale e delle tensioni politiche e sociali in quei Paesi. A dare il colpo di grazia ci ha pensato il rincaro del carburante dovuto alla svalutazione della sterlina, conseguenza della Brexit.

A seguito dei problemi insormontabili, l’azionista di maggiorana della compagnia aerea non ha voluto effettuare un’ulteriore iniezione di capitale, così alla mezzanotte in punto di oggi la Civil Aviation Authority non ha rinnovato la licenza a Monarch Airlines comunicando la cessazione delle operazioni della compagnia.

Ad avere la peggio sono i passeggeri in viaggio con Monarch Airlines, rimasti a terra in 110mila, diversi anche in Italia.

Compagnia aerea fallita: Monarch Airlnes cessa le operazioni: passeggeri a terra (Euronews)