ViaggiNews

Terme all’aperto in autunno: i posti migliori dove andare

sabato, 23 settembre 2017

terme all'aperto in autunno

Cascate del Mulino, Terme di Saturnia (qwesy qwesy, CC BY 3.0, Wikicommons)

Terme all’aperto in autunno in Italia: ecco alcune idee da non perdere, per rilassarvi e rimettervi in forma prima dell’arrivo del freddo. L’autunno è appena iniziato, prima dell’arrivo delle temperature rigide conviene approfittare delle ultime giornate di sole è stare all’aperto. Tra le tante attività da fare nei weekend di inizio autunno, passeggiate nei boschi in cerca di funghi, visite a borghi storici e città d’arte, c’è anche quella dei bagni alle terme all’aperto. Certo, in molte località termali il bagno in vasca con acqua bollente si può fare e si fa anche in inverno, ma non tutti sono temerari da sfidare le temperature gelide prima e dopo l’entrata nell’acqua calda. Pertanto, se l’inverno per alcuni è troppo freddo e l’estate sicuramente troppo caldo, specialmente dopo un’estate come quella che abbiamo appena passato, ecco che andare alle terme all’aperto a inizio autunno è il momento migliore. Vi godrete gli ultimi giorni di sole e temperature piacevoli, con la luce obliqua che indora il paesaggio e le foglie che cambiano colore. Un piacere per il corpo e lo spirito, uno spettacolo per la vista.

Terme all’aperto in autunno: dove andare in Italia

Ecco un elenco di luoghi bellissimi dove andare per le terme all’aperto in autunno. Posti imperdibili in giro per l’Italia. Per rilassarsi e prepararsi all’arrivo dell’inverno.

Terme di Saturnia

Terme di Saturnia (Markus Bernet. Licenza CC BY-SA 2.5 tramite Wikimedia Commons)

Le Terme di Saturnia sono una meta classica e imperdibile. Con la loro vasca naturale, aperta al pubblico, delle Cascate del Mulino, dove si formano piccole piscine sugli ampi gradini, sono molto frequentate durante tutto l’anno. L’acqua che sgorga è termale naturale e il paesaggio circostante è da cartolina. Le cascate sono immerse nella natura e accanto sorge un casale in pietra. Per trattamenti termali specifici e per il centro benessere c’è lo stabilimento termale a pagamento. Alle Cascate del Mulino si può andare anche di notte, un bagno sotto le stelle è uno spettacolo impagabile. Le cascate delle terme di Saturnia sono libere, sono accessibili tutti i giorni gratuitamente e a qualunque orario. Nelle vicinanze sono disponibili un parcheggio gratuito e un punto ristoro che dispone anche di bagni e docce. Le Cascate delle terme di Saturnia sono in Toscana, a Manciano, in provincia di Grosseto. Da visitare nei dintorni il grazioso borgo di Montemerano.

Bagni di Bormio

Bagni Vecchi di Bormio (iStock)

Un altro luogo bellissimo e imperdibile dove andare a fare i bagni termali all’aperto, circondati da un paesaggio stupendo, sono le terme o Bagni di Bormio. Qui, sotto il Passo dello Stelvio, circondati dallo spettacolo dei boschi che cambiano di colore e dalle imponenti montagne del gruppo Ortles-Cevedale potete fare un super bagno rilassante nell’antica vasca in pietra dei Bangi Vecchi, vicino alla chiesetta medievale di San Martino, oppure nelle vasche all’aperto dello stabilimento termale, che offrono acque con diverse proprietà. Ai Bagni Vecchi si accede pagando una piccola tariffa.

Bagno Di Romagna

Roseo Euroterme Wellness Resort (Facebook)

Le terme di Bagno di Romagna hanno diverse piscine con acque termali, accessibili anche di notte, insieme allo stabilimento termale tradizionale, alla grotta termale, saune, centro benessere e spa. Da non perdere la grande vasca all’aperto, per abbandonarsi al relax più totale. Bagno di Romagna si trova in provincia di Forlì-Cesena, nell’entroterra romagnolo vicino al confine con la Toscana e al Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, dove andare per una passeggiata rilassante nel bosco.

Terme del Bullicame

Terme del Bullicame, Viterbo

In provincia di Viterbo, troviamo le acque impetuose e bollenti delle Terme del Bullicame, ad ingresso libero e gratuito, ma non hanno di servizi. Situate nell’omonimo Parco del Bullicame, hanno due vasche, una rotonda con acqua molto calda e una rettangolare con acqua fredda. In zona si trovano altre sorgenti e vasche termali da ingresso libero, come le Piscine Carletti e le Terme di Bagnaccio.

Bagni San Filippo

Bagni San Filippo, cascata della balena bianca (Foto di Lepo55. CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons)

Tornando in Toscana, troviamo un’altra sorgente termale libera della Toscana, i Bagni San Filippo, nell’omonima frazione della campagna di Castiglione d’Orcia, in provincia di Siena. Qui troviamo cascatelle di acque sulfuree caratterizzate da grandi concrezioni calcaree che assumono forme curiose, come la cascata della balena bianca. Quelle di Bagni San Filippo sono tra le migliori terme gratuite in Italia. L’accesso alle vasche all’aperto è libero e gratuito. Nelle vicinanze si trovano alberghi e spa a pagamento con tutti i servizi aggiuntivi. Un’occasione per visitare anche la stupenda Val d’Orcia.

Terme di Caronte

Terme di Caronte (Turismocalabria.it)

Andando al Sud, troviamo in Calabria le Terme di Caronte, sorgenti di acque minerali sulfuree e di fanghi a Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro. Offrono una vasca aperta, ad accesso gratuito, con acqua calda a 39° che sgorga dal vulcano. Dal fiume vicino sgorga invece l’acqua fredda. Nei paraggi sorge anche lo stabilimento termale a pagamento.

Terme di Vulcano

Terme di Vulcano (Tripadvisor)

Infine, un luogo suggestivo e salutare per le terme all’aperto è la splendida isola di Vulcano, alle Eolie. Qui trovate piscine di acque sulfuree, anche in mare, e la fossa dove fare i fanghi, la grande piscina di fango all’aperto, scavta nella roccia a due passi dal mare. Un posto imperdibile, anche per visitare l’isola.

VIDEO: Terme di Saturnia, Cascate del Mulino

Tags:

Altri Articoli Interessanti: