ViaggiNews

Quando visitare l’India: i periodi migliori in cui partire

martedì, 29 agosto 2017

visitare l'india

India, Taj Mahal, Agra (iStock)

Visitare l’India è un’esperienza straordinaria. È un Paese ricco di meraviglie, con città antichissime e tantissimi luoghi di culto, templi e santuari, da togliere il fiato, come i maestosi templi scavati nella roccia. Un mondo molto diverso a quello a cui siamo abituati, variopinto e caotico, sospeso tra tradizioni millenarie e una modernità dirompente. L’India è uno di quei luoghi da vedere assolutamente almeno una volta nella vita.  Scegliere cosa vedere non è certo facile. L’India più che uno Stato è quasi un continente, più correttamente un subcontinente. Bisogna scegliere dunque che parte del Paese visitare, cosa vedere e in che periodo andare. Il clima in India cambia molto a seconda delle zone e certi periodi dell’anno sono consigliati per un posto, ma non per un altro. Qui vi suggeriamo i periodi migliori per visitare l’India, a seconda delle diverse zone.

Prima, però, vi ricordiamo alcuni nostri articoli per approfondire le vostre conoscenze sull’India:

Visitare l’India: i periodi migliori per partire

In India c’è un clima talmente vario, come dicevamo, che in linea generale non esiste un unico periodo migliore per visitare il Paese. Dipende molto dalla zona dove volete andare. In linea di massima, se proprio vogliamo indicare un periodo, i mesi migliori per andare in India vanno da ottobre a marzo, fuori dall’estate e dalla stagione dei monsoni, quando il clima è più piacevole. Anche se poi ogni zona ha il suo periodo ideale per essere visitata.

Nord dell’India. Nelle regioni settentrionali il clima è continentale, quindi fa molto freddo in inverno e le temperature sono basse quasi tutto l’anno. Il periodo migliore per visitare questa parte del Paese è in primavera inoltrata e in estate. I mesi ideali per visitare l’India Nord-orientale vanno da marzo a settembre. Più a Nord per visitare le zone di montagna dell’Himachal Pradesh i mesi ideali vanno da maggio a settembre. Per visitare il Rajasthan e la regione himalayana Nord-occidentale il periodo migliore è la stagione dei monsoni, quando il Sud dell’India è investito dalle piogge. La stagione del trekking nell’Himalaya indiano va da aprile a novembre, il percorso può variare a seconda dell’altitudine e della regione. La stagione sciistica va da gennaio a marzo.

Sud dell’India. In questa parte del Paese il clima è più caldo e umido, influenzato dai monsoni, che portano piogge abbondanti da aprile a settembre/ottobre. Il periodo migliore per visitare questa parte dell’India è pertanto durante la stagione secca, da ottobre a marzo e in particolare nei mesi di gennaio e febbraio.

Città dell’India. Per visitare Nuova Dehli, nel Nord del Paese, il periodo migliore va da ottobre ad aprile. Mentre il periodo ideale per visitare Mumbai va da novembre a maggio. Per andare a Calcutta, nel Bengala occidentale, i mesi migliori vanno da ottobre a marzo. Bangalore gode di un clima temperato grazie all’alta quota, pur essendo nel Sud dell’India, in estate e autunno però sulla città cadono abbondanti piogge, il periodo migliore per visitarla quindi va da dicembre a marzo. Infine, per visitare la spettacolare città sacra di Varanasi, con la sua celeberrima scalinata sul Gange, nell’Uttar Pradesh, i periodi migliori sono la primavera e l’autunno.

VIDEO: Visitare l’India

Tags:

Altri Articoli Interessanti: