ViaggiNews

Ecco il Mare Marcio, bellissimo ma puzzolente

lunedì, 28 agosto 2017

Laguna di Sivas, Crimea (Angu, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Sivaš o Lago di Sivaš è una laguna conosciuta anche come Mare Marcio, un soprannome che gli deriva da una caratteristica molto particolare: quella di emanare un pessimo odore. Eppure Sivaš è un luogo molto suggestivo, grazie al suo aspetto straordinario.

Il Mare Marcio di Sivaš

Chiamato lago, Sivaš è in realtà una vasta area di lagune poco profonde situata ad ovest del Mare di Azov a nord est della penisola di Crimea. Si trova proprio sul confine tra Ucraina e Crimea, regione attualmente contesa tra Russia e Ucraina. La superficie di Sivaš è molto ampia, quella acquatica è di 2.560 km², mentre con le isole arriva fino a 10.000 km². Il fondale qui è poco profondo, in media 1 metro e arriva al massimo a 3 metri. Ma la caratteristica più particolare e spettacolare della laguna di Sivaš è l’acqua di colore rosso, dovuta all’alga che abita qui, e alla presenza di sedimenti salini e carbonici che formano caratteristiche concrezioni chiamate dai locali solonetz, una sorta di funghi di sale, visibili soprattutto in estate. 

Laguna di Sivas, Crimea (Angu, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Le acque di Sivaš  per la presenza dell’alga, di sedimenti e l’elevata salinità hanno una colorazione che assume diverse sfumature dal rosa al vermiglio al rosso scuro, regalando uno spettacolo unico. È l’alga Dunaliella salina a colorare le acque di Sivaš di rosso, un’alga molto resistente agli ambienti inospitali. In estate con il caldo le acque si abbassano, emergono i solonetz e si vedono chiaramente i depositi di sale. Le temperature elevate e la forte salinità delle acque contribuiscono però a creare un cattivo odore nella laguna. Ecco perché Sivaš è chiamato anche Mare Marcio (in ucraino Сиваш Syvash o Гниле Море Hnyle More, in russo Сиваш Sivash o Гнилое Море Gniloye More, in Tataro di Crimea Sıvaş o Çürük Deñiz). La puzza è veramente pungente e sgradevole, simile a quella dell’uovo marcio. Questa caratteristica del Mare Marcio di Sivaš ha protetto la Crimea dalle invasioni. Solo l’Armata Rossa è riuscita ad attraversare questa zona, percorrendo il corridoio di Tschongar, che divide la laguna in due parti. L’unico punto di terraferma che collega Ucraina (regione di Kherson) e Crimea è l’istmo di Perekop, sulla parte nord-orientale, dove finisce il Mare Marcio di Sivaš.

Nella zona di Sivaš sorge anche una miniera di sale abbandonata.

Laguna di Sivas, Crimea (Angu, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Al di là della puzza dell’acqua, quella di Sivaš è una zona di eccezionale bellezza, che tuttavia al momento possiamo ammirare solo in foto, perché il conflitto in corso tra Russia e Ucraina proprio per la contesa della Crimea, sconsiglia fortemente i viaggi in queste zone.

VIDEO: il Mare Marcio di Sivaš, sul confine tra Ucraina e Crimea

Tags:

Altri Articoli Interessanti: