Meteo, addio Lucifero. Finisce l’estate?

meteo luglio 2017
(Photo credit should read ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

Ormai ci siamo. Il gran caldo che da inizio agosto sta imperversando in Italia facendoci boccheggiare, rendendo questa estate la più calda degli ultimi 30 anni, sta per finire. I meteorologi sono compatti nel sostenere che venerdì 11 agosto arriverà un ciclone sul nostro Paese che spazzerà via definitivamente il terribile Lucifero.

Lucifero è l’anticiclone africano che ha spinto – e al Centro Sud continua a spingere – aria torrida del deserto del Sahara sull’Italia. Questo anticiclone è stato il più intenso dei quattro precedenti che da inizio giugno si sono affacciati sulla nostra Penisola. Ed oltre che il più intenso è stato anche il più persistente: oltre 10 giorni di caldo torrido non si registravano da tempo.

L’ ondata di calore cdi Lucifero, come abbiamo detto, ancora non è finita sulle regioni Centrali e Meridionali. Ben 19 città stando al Bollettino del Ministero della Salute hanno il bollino rosso per la giornata odierna; domani il numero di città a rischio scende a 16; venerdì solo una città, Catania, avrà ancora il livello di allerta massimo. Per la giornata di oggi, mercoledì 9 agosto, i valori massimi di molte città sono infatti ancora da record: come ad esempio a Roma dove sono attesi 38 di massima e 27 di minima.

Infatti il ciclone che è arrivato al Nord e ha spezzato la canicola nelle regioni settentrionali verrà rafforzato da aria instabile atlantica che si insinuerà nel nostro Paese dal nord est e nord ovest e piano piano scenderà verso il Sud liberando progressivamente l’Italia dal caldo torrido di Lucifero. Le temperature finalmente crolleranno anche di 10 gradi (qui il dettaglio)

Due giorni di ciclone che potrebbero anche portare delle piogge al Centro, quanto mai desiderate. Poi il tempo si rasserenerà facendoci passare un ponte di Ferragosto mite (qui le previsioni dettagliate). Ma la domanda è: tornerà ancora un anticiclone come Lucifero prima della fine dell’estate?

Bye Bye Lucifero: che estate ci aspetta

Lucifero è l’ultimo anticiclone dell’estate 2017? No, ce ne sarà un altro. Ma fortunatamente non sarà così i terribile. I valori di 43 gradi che sono stati registrati in molte città in questa prima decade di agosto, saranno fortunatamente solo un ricordo. Ma andiamo con ordine.

Dopo il ciclone del 10-13 agosto, l’Alta Pressione diventerà dominante, ciò significa bel tempo e caldo – ma con valori nella norma del periodo. Nei giorni 18-23 agosto un anticiclone africano che spinge sulla bassa Spagna si allargherà fino all’Italia interessando maggiormente le regioni centrali e settentrionali. In quei giorni le temperature massime potrebbero raggiungere i 36/38 gradi.  Sarà quindi di nuovo caldo torrido, ma rispetto a Lucifero e ai suoi 43 gradi sarà un po’ meglio e soprattutto sarà più breve nella durata.

Passati quei giorni il dominio tornerà all’Alta Pressione che ci accompagnerà fino a metà settembre. Per l’ultimo mese dell’estate si prevede un clima nella norma, con possibilità di piogge sulle regioni tirreniche. Temporali quanto mai attesi visto il lungo periodo di siccità sulle regioni centrali.

 

 

Previous articleStelle cadenti agosto 2017: quando e come vederle
Next articleFerragosto a Milano: gli eventi dell’estate 2017
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.