Home Curiosità La location di Temptation Island 2017 è la vera tentazione

La location di Temptation Island 2017 è la vera tentazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:38
CONDIVIDI
Spiaggia di Nora e Torre di Sant’Efisio, Pula (iStock)

E’ ancora la Sardegna la tentazione maggiore di Temptation Island. Il reality in onda su Canale 5, di cui è appena iniziata la quinta edizione, racconta e mostra il destino di sei coppie tentate da donne e uomini bellissimi. Lo scopo è mettere alla prova l’amore fra lussuriose tentazioni. E una di queste è senz’altro la location scelta: una delle mete più belle d’Italia.

Temptation Island 2017: come funziona e le coppie

Le coppie vengono divise: uomini da una parte, donne dall’altra. E a tentare ci sono da una parte 12 bellissime donne single e dall’altra 12 aitanti uomini single. Cinque settimane chiusi nel villaggio cercando di resistere alle tentazioni e vedere se l’amore con cui si è entrati nel reality è anche l’amore con cui si vuole uscire.

Un programma che ha fatto discutere per gli aspetti piuttosto trash, ma che il pubblico ha apprezzato facendo registrare punte di oltre 4 milioni di spettatori. Ma forse qualcuno vede il programma anche per ammirare il luogo dove si svolge Temptation Island. La location scelta per il reality è infatti sempre molto bella e possiamo dire una vera e propria tentazione.

Dove si svolge Temptation Island 2017

La prima edizione del programma si svolse in un villaggio turistico in Puglia, precisamente nella località di Castellaneta Marina in provincia di Taranto. L’anno successivo ci si spostò nel Lazio, a Gaeta – località bandiera blu 2017 (qui tutte le bandiere blu assegnate quest’anno) – nel resort Aeneas Landing.

Dalla terza edizione la location scelta è la Sardegna. Temptation island 2017 si svolge nel resort Is Morus Relais a Santa Margherita di Pula, località a sud-ovest di Cagliari, vicino a Nora, località molto apprezzata. La zona sud della Sardegna è una delle zone meno blasonate dell’isola: la maggior parte dei turisti infatti opta più facilmente per la zona nord, quella di Olbia, per le isole della Maddalena. Eppure questa parte dell’isola è a dir poco meravigliosa. Da non perdere il golfo degl Angeli o il Golfo di Teulada. E poi una visita all’isola di Sant’Antioco. Abbiamo raccolto in una guida tutto quello che non potete perdervi di questa zona.

Il resort dove sono le coppie di Temptation Island

Il resort scelto per Temptation Island è ovviamente bellissimo, è un 4 stelle, e ricco di luoghi romantici e tentatori. Ha un enorme parco di oltre 7 ettari, dove si trovano cottage privati, dispone di una spiaggia privata e di due ristoranti immersi nella natura. Se non è la bellezza del luogo ad inebriarvi, lo farà il profumo. Già perché in questo luogo al profumo del mare, della salsedine, della libertà si mischia quello dolce e speziato del ginepro, per un mix davvero esplosivo.

La Sardegna meta amatissima da milioni di vacanzieri è una terra che sa offrire un mare meraviglioso (è una delle regioni con più località Bandiere Blu), offre spiagge incantevoli (ecco quali sono le più belle), testimonianze storiche, ottima cucina e per chi lo cerca anche lusso sfrenato. La Sardegna però non è solo la Costa Smeralda, non è solo yacht e resort per calciatori. E non è solo cara. Anzi, ci sono molte soluzioni low cost ( e anche molti ottimi campeggi low cost). La Sardegna è anche e soprattutto una terra ricca di Storia, di un mare selvaggio, di profumi autentici, di uomini fieri, di tanti tesori da scoprire. Qui trovate le 10 cose da vedere in Sardegna.

Autore: Cini Silvia

CONDIVIDI
Articolo precedenteVacanze in Sardegna: cosa fare e vedere in 10 giorni sulla costa Sud
Articolo successivoGuida di Naxos: le spiagge più belle dell’isola delle Cicladi
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.