Meteo Pasqua e Pasquetta: ecco dove pioverà e dove ci sarà il sole

donna pioggia
(Photo by Jeff J Mitchell/Getty Images)

Ormai ci siamo. Il lungo weekend di Pasqua sta per iniziare fra incertezze su che tempo ci aspetti, se dovremo portare l’ombrello o meno, se ci sarà bisogno di un maglioncino o se invece potremo goderci all’aria aperta una bella giornata primaverile.

La situazione meteo in questo periodo è molto dinamica e da qui fino a fine mese passeremo attraverso condizioni opposte: dal freddo polare (tornerà la neve in montagna) alla prima ondata di caldo africano. Non sorprende quindi che le previsioni per questo weekend di Pasqua siano state finora molto incerte e all’insegna dell’instabilità. Ma ora ad appena tre giorni dalla festa la prevedibilità degli esperti meteo si avvicina alla certezza.

Per i due giorni di festa avremo alcune regioni d’Italia sotto l’acqua, altre in cui splenderà il sole; in generale nel giorno di Pasquetta avremo un abbassamento generale delle temperature, ma ampi spazi di soleggiamento. Insomma, ci sono ottime possibilità di poter passare all’aria aperta i giorni di festa.

Meteo Pasqua e Pasquetta 2017 regione per regione

Per il giorno di Pasqua scenderà una corrente fresca ed instabile lungo il versante adriatico. Questa sarà responsabile del maltempo su diverse regioni, mentre altrove, non colpite dalla corrente, il tempo sarà soleggiato e asciutto. Le regioni in cui sono attesi temporali nel giorno di Pasqua sono: l’Emilia Romagna orientale, le Marche e l’Abruzzo. Poi nel pomeriggio anche su Basso Lazio e al Sud su Puglia, Campania e Basilicata. In tardo pomeriggio piogge sul Veneto nella parte più ad est e specificamente sulla zona di Belluno, Treviso, Venezia, Padova e sul Friuli Venezia Giulia nella zona di Pordenone, Udine, Trieste e Gorizia.  Nell’arco della serata la perturbazione dovrebbe esaurirsi e la notte dovrebbe essere asciutto su quasi tutta l’Italia.  Le temperature si manterranno senza variazioni di rilievo, sebbene saranno più miti lì dove splenderà il sole.

Il giorno di Pasquetta il quadro sarà migliore, ovvero saranno minori le zone dove pioverà, ma in generale avremo un clima più fresco a causa dell’Alta Pressione che spostandosi verso occidente favorisce l’ingresso sul nostro Paese di aria fresca.  Il peggioramento è atteso nel pomeriggio del Lunedì dell’Angelo quando sono attesi rovesci su tutta la zona del Triveneto. Sempre in orario pomeridiano pioverà sul basso Lazio, la Campania gli appennini del Molise e nella zona di Potenza. Ovunque avremo un sensibile abbassamento termico. Al Nord le città più calde saranno Milano e Trieste con 19 gradi; al Centro la più calda sarà Roma con 23 gradi, che si aggiudica anche il primato di città più calda d’Italia,  ma al cui primato fa da contraltare i 7 gradi di minima; al Sud città più calda Napoli con 20 gradi (13 di minima) e a seguire Palermo con 20 gradi.

Chi trascorrerà il weekend di Pasqua in montagna se la dovrà vedere a quota 1000mt con le gelate mattutine. Le temperature all’alba scenderanno infatti sotto lo zero sia sulle Alpi sia sugli Appennini. Sopra i 1200 mt sulle Alpi del Veneto scenderà anche la neve.

Chi invece per le festività ha scelto il mare se la dovrà vedere con un clima ventoso e fresco. questo avverrà soprattutto sulle coste adriatiche, mentre sulle spiagge del Tirreno e dello Ionio andrà meglio con un clima più mite e temperature tiepide.

Autore: Cini Silvia



 

 

Previous articleGiardini in Europa: i più belli da visitare in primavera
Next articleTitanic in mostra a Torino: parti e oggetti originali della nave
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.