ViaggiNews

Itinerari di primavera in Umbria: cinque proposte da non perdere

venerdì, 31 marzo 2017

Itinerari di primavera in Umbria: Spello (iStock)

Per le vostre vacanze o gite di primavera torniamo a proporvi gli itinerari di viaggio per le regioni italiane. Dopo Piemonte, Veneto, Trentino Alto Adige e Toscana, questa volta vi portiamo nella bella Umbria.

Questa piccola regione del Centro Italia ha davvero tanto da offrire, dal punto di vista naturale e culturale. Eleganti città d’arte, splendidi borghi medievali, una campagna tranquilla e armoniosa. Boschi, laghi e un paesaggio molto vario. Per non parlare dell’ottima cucina. Andiamo alla scoperta dei 5 itinerari di primavera in Umbria.

Itinerari di primavera: ecco cosa fare un Umbria

L’Umbria è una terra piccola, ma ricca di tesori d’arte e della natura, pittoreschi paesaggi rurali, borghi di case in pietra, chiese e chiesette di grande valore storico-artistico, santuari, monasteri e conventi. Una regione tutta da esplorare. Qui vi proponiamo le attività e gli itinerari di primavera.

    • Itinerario nella natura
Orvieto

Campagna umbra e Orvieto (iStock)

L’Umbria offre paesaggi splendidi di dolci colline, boschi, campagne di viali alberati, laghi, fiumi e torrenti. Luoghi incantevoli, da visitare soprattutto in primavera. Da visitare in questa stagione il Lago Trasimeno, con il bel Parco Regionale, percorrerlo lungo tutta la circonferenza, alla scoperta anche dei borghi rivieraschi e fare un’escursione sulle sue isolette. Un luogo ideale anche per un picnic di primavera. Visitate le pittoresche campagne intorno ai borghi di Spello, Gubbio, Assisi, Umbertide e Todi. Dove gli storici insediamenti urbani si sono armonizzati con la natura. Attraversate il Parco Fluviale del Tevere fino al Lago di Corbara, non perdetevi le famose Cascate delle Marmore con il Parco Fluviale del Nera, vicino Terni. A nord di Spoleto fermatevi alle stupende Fonti del Clitunno

    • Itinerario enogastronomico

Porchetta umbra (Alessio Damato, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

L’enogastronomia umbra è ricca di sapori decisi e buonissimi. Dalla cacciagione ai salumi, i piatti forti sono soprattutto quelli a base di carne. Tra i primi piatti, i più famosi sono le pappardelle al cinghiale e gli gnocchi al sugo di lepre. Poi una vastissima scelta di salumi, soprattutto quelli di Norcia, la porchetta, i formaggi, le lenticchie di Colfiorito, la Crescia di Gubbio e una vasta scelta di dolci: torte, ciambelle, frittelle, mostaccioli, pizza dolce di Pasqua, la ciambella Torciglione tipica di Perugia. Prelibatezze che potete gustare nei tanti agriturismi sparsi per le campagne dell’Umbria, nelle osterie e ristoranti caratteristici. Da accompagnare con i buoni vini locali, quelli dei Colli del Trasimeno, Colli Martani e il famoso Sagrantino di Montefalco.

    • Itinerario sportivo

Rafting alla Cascata delle Marmore (Wiki Lupetto, CC BY 3.0, Wikipedia)

L’Umbria in primavera è ideale per gli amanti dello sport. Il suo territorio si presta ai più vari percorsi escursionistici, a piedi e in bicicletta. Da non perdere i cammini di primavera sulle orme di San Francesco d’Assisi e San Benedetto. Gli amanti del brivido possono volare con il parapendio e il deltaplano dal Monte Subasio, vicino Assisi. Ma lo sport più elettrizzante di tutti da fare in Umbria è il rafting alla Cascata delle Marmore sul fiume Nera

    • Itinerario culturale

Perugia (iStock)

L’itinerario culturale ha un’offerta vastissima. L’Umbria ha una ricchezza di borghi e città d’arte straordinaria in un territorio così piccolo. Da visitare assolutamente le città di Perugia, con i suoi palazzi storici medievali e i musei, la ricchissima Spoleto, piena di chiese e monumenti, Orvieto e la sua cattedrale gotica, Assisi, Gubbio, Todi e i borghi di Cascia, Umbertide, Spello, Bastia Umbra, Bevagna e tanti altri. Tanti anche gli eventi culturali che si tengono in primavera, come il Festival Internazionale del Giornalismo, International Journalism Festival, in aprile a Perugia. Da non perdere, poi, l’infiorata di Spello per la festa del Corpus Domini.

    • Itinerario del benessere

Terme Francescane (www.hotelfratesole.com)

I paesaggi dell’Umbria, gli agriturismi e le strutture ricettive offrono tante occasioni di relax e cura della persona, tra piscine, spa e centri benessere. Tra le località termali, dove rilassarsi e sottoporsi a trattamenti curativi ed estetici, segnaliamo le Terme Francescane, vicino ad Assisi, le Terme di Fontecchio, a Città di Castello, e le Terme di San Faustino, vicino Todi.

Umbria: video

Tags:

Altri Articoli Interessanti: