ViaggiNews

Previsioni meteo: ponte dell’Immacolata sotto la pioggia? Ecco le regioni colpite

martedì, 6 dicembre 2016

Footprints can be seen in the snow as sun sets behind the Wurmberg mountain near Braunlage in the Harz region, central Germany, on November 29, 2016. / AFP / dpa / Swen Pfoertner / Germany OUT        (Photo credit should read SWEN PFOERTNER/AFP/Getty Images)

(Photo credit should read SWEN PFOERTNER/AFP/Getty Images)

Tra qualche giorno si prepara il grande ponte dell’Immacolata che, quest’anno, cade proprio di giovedì, permettendo così a chi ha ferie di regalarsi un lungo weekend di ferie. Ma che tempo ci aspetta? Sicuramente tempo stabile, ma non sempre soleggiato. Vediamo nel dettaglio cosa ci aspetta

Previsioni meteo per l’8 dicembre

Per i giorni dell’Immacolata prevale l’anticiclone che garantisce così un periodo senza piogge, ma l’alta pressione invernale non è sinonimo sempre di sole. Sono previste infatti nebbie e nubi che copriranno il cielo soprattutto nelle zone di pianura e della Val Padana. Fortunatamente però, anche se non splenderà il sole proprio dapperttutto, il clima sarà mite con valori sopra le medie.

Condizioni meteo positive anche al Sud dopo le giornate di pioggia intense. Tra giovedì e venerdì si scateneranno le ultime precipitazioni, soprattutto in Sicilia e Calabria, mentre sabato e domenica potrebbe vedere qualche pioggerellina tra Liguria e Toscana.

Quando arriva il freddo

Il periodo dall’11 al 20 dicembre vedrebbe infatti attuarsi sull’Italia l’ingresso di aria fredda e perturbata specialmente al Centro – Sud Italia con possibili piogge e nevicate anche a quote basse e perfino in pianura.

Ciò è dovuto al movimento dell’Alta Pressione verso Ovest che lascia così l’Italia facile preda dei freddi venti baltici. Meno colpita da questa situazione la zona settentrionale del nostro Paese e nelle regioni dell’Alto Tirreno in cui dovrebbe prevalere bel tempo, asciutto e soleggiato.

Nell’ultima decade del mese di dicembre, quindi nel periodo delle Feste, ci sarà una forte incursione di aria fredda dalla Russia. Nei giorni precedenti al Natale però dovrebbero esserci delle giornate più tiepide grazie all’Anticiclone delle Azzorre, ma poi nell’ultima settimana del mese il freddo diventerà intenso su tutta la Penisola. A farne le spese potrebbero essere maggiormente le regioni centro-meridionali, ma a rischio anche quelle settentrionali se il freddo dovesse entrare da Est.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: