Home News Previsioni meteo: rischio nubifragi e temperature invernali

Previsioni meteo: rischio nubifragi e temperature invernali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:28
CONDIVIDI
freddo neve
ROBERT ATANASOVSKI/AFP/Getty Images

La tregua senza pioggia è durata poco. Dopo la perturbazione della scorsa settimana che ha flagellato il Nord e il Centro, una nuova perturbazione di provenienza atlantica è giunta da oggi sul nostro Paese e porterà tempo instabile, temporali e in alcuni casi nubifragi a macchia di leopardo su tutta l’Italia.

In particolar modo la perturbazione interesserà dapprima le regioni centro settentrionali, soprattutto la Toscana, il Lazio e l’Umbria, poi si sposterà al sud dove in serata sono attese piogge su Campania, Lucania e Puglia. Da mercoledì il maltempo arriverà anche sul Nord Est con precipitazioni dapprima su Veneto e Trentino poi su tutta la fascia orientale. Pioverà anche su Liguria, Emilia e Lombardia meridionale, mentre sul resto d’Italia solo qualche debole pioggia al mattino su Lazio e Toscana, ma asciutto sul resto della Penisola.

Insieme al maltempo arriverà sull’Italia anche il crollo delle temperature. Già da oggi si registra un calo di circa 5 gradi in molte zone del Centro e del Nord (a Roma si passa dai 23 ai 19  gradi), ma la picchiata verso il basso avverrà da giovedì quando una bassa pressione proveniente dal Nord Europa  porterà aria fredda. Venerdì mattina al Settentrione le minime saranno di 2/3 gradi, poco meglio al Nord Est. Al Centro la media sarà di 14 gradi e al Sud avremo qualche grado in più. Sotto zero i valori sulle Alpi già a quota 1200 dove cadranno i primi fiocchi di neve. Neve anche sugli Appennini ma a quote maggiori. Inoltre soffierà la Bora che alimenterà l’aria gelida sulla Liguria.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteGiappone: alla scoperta del favoloso “Parco delle Volpi”
Articolo successivoGuida della Svezia: tra panorami spettacolari e città moderne
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.