Meteo, arriva il giorno più caldo dell’estate 2016

(iStock)
(iStock)

Stiamo vivendo il clou dell’estate 2016, la settimana che gli esperti del meteo hanno definito la più calda dell’estate. Già perché come previsto l’arrivo dell’anticiclone africano denominato Caronte, sta soffiando aria caldissima su tutta la nostra Penisola, ed ovunque da nord a sud, le temperature si sono impennate, e continueranno a farlo nei prossimi giorni, fino a venerdì, che dati alla mano, dovrebbe essere il giorno più caldo in assoluto.

C’è chi sostiene che Agosto sarà perfino più caldo di luglio (qui le previsioni per il prossimo mese). La differenza sta nel fatto che mentre luglio ha alternato e continuerà a farlo fino a fine mese giorni caldissimi a giorni più freschi, agosto sarà stabilmente caldo, con qualche piccolo picco verso l’alto.  Insomma, difficile dire cosa sia meglio.

“Arriva un’ondata di caldo importante, la più importante di quest’estate – ha detto il direttore de ilmeteo.it Sanò – avremo un crescendo con punte di 38-40 gradi in alcune zone del Sud, in Puglia, Sicilia e Sardegna, 35-37 al Centro. Il picco è previsto tra giovedì e venerdì, che sarà il giorno più caldo. – il giorno indicato come il più caldo dell’estate –  Previsti 38 gradi a Firenze, 37-38 a Bologna, 36 a Milano. La caratteristica di questa ondata calda è l’estensione su tutto il territorio nazionale”. “È aria caldissima che non viene dall’Oceano ma dall’Africa. Parte secca ma si gonfia di acqua passando sopra il Mediterraneo. Qui si arricchisce di umidità e il caldo che percepiamo diventa afoso“.

Sul finire della settimana un’incursione di aria atlantica farà capolino su Piemonte e Lombardia, su Alpi e Prealpi, portando qualche temporale, e in serata venti più freschi interesseranno anche le regioni adriatiche portando un po’ di sollievo e di respiro.

 

Previous articleFerragosto lastminute: in vacanza in campeggio low cost
Next articleLa spiaggia misteriosa e bellissima della Liguria. Ci siete mai stati?
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.