Vita da spiaggia: ecco cosa fanno gli italiani in vacanza

little girl drinking coconut cocktail on beach resort
little girl drinking coconut cocktail on beach resort

Vita da Spiaggia”, lo studio di Expedia che disegna l’identikit di italiani e stranieri in vacanza al mare, svelandone abitudini comportamenti e preferenze, conferma che la spiaggia è la destinazione preferita per la maggior parte degli italiani. Ben il 79% dei nostri connazionali ha fatto una vacanza al mare negli ultimi 12 mesi, al terzo posto dopo thailandesi (82%) e indiani (81%), contro una media mondiale del 56%.

E anche per quest’anno, il connubio mare e sole si conferma irrinunciabile. Per le prossime vacanze, gli italiani stanno organizzando giornate in spiaggia, tra sabbia, ombrelloni e nuotate. Quasi l’80% degli italiani sta programmando le meritate vacanze in spiaggia. Gli italiani amano molto le spiagge del Bel Paese, ma le ferie estive sono un’occasione per scoprire altre destinazioni. Il 52% degli italiani sta infatti pianificando viaggi all’estero. Le destinazioni più gettonate sono state Spagna, Grecia, Francia e Croazia, ma non manca chi si è spinto fino in Florida, Brasile, California e Repubblica Dominicana.”

L’Italia, a sua volta, è stata la seconda meta estera da spiaggia più amata, dopo la Spagna. A scegliere il Bel Paese sono stati in particolare i tedeschi e gli austriaci.

Le destinazioni che gli italiani tendono a dimenticare? Hawaii, particolarmente amate dai giapponesi, Florida, meta classica per gli americani, e l’Indonesia, molto amata da viaggiatori provenienti da Singapore. Imparare da turisti di altre nazioni è un’ottima opportunità per scoprire nuove mete e abbandonare quelle più classiche.

Passeggiate e abbronzatura

Gli italiani amano le classiche attività da spiaggia, per ritemprarsi dopo un anno di lavoro.

Le passeggiate sulla battigia sono al primo posto, indicate dal 73% dei rispondenti. Prendere il sole (64%), nuotare e leggere (entrambe al 63%) seguono sul podio delle migliori occupazioni da spiaggia. Tra i più romantici che amano ammirare alba e tramonto (44%) e quelli che amano ascoltare la musica (39%). Spiccano gli italiani che approfittano della spiaggia per osservare gli altri (34%) e magari conoscere nuovi amici (27%). Fanalino di coda lo sport: solo il 16% degli italiani gioca a calcio o beach-volley.

In tutto il mondo, le passeggiate sono l’attività preferita, in particolare da messicani (76%) e indiani (74%). In generale, lo sport non è tra le attività più gettonate.

I più interessati a conoscere nuove persone sono gli indiani (47%), seguiti dai brasiliani (35%) e dai messicani (31%). I più schivi e riservati sono i viaggiatori provenienti da Giappone (2%) e Hong Kong (8%).

In tutto il mondo, lavorare in spiaggia non è certo apprezzato. Fortunatamente solo il 9% cede alla pressione delle scadenze. In India, però, ben il 32% dei viaggiatori si è ritrovato a lavorare anche in vacanza, seguito dal 17% degli americani. In Europa, italiani e irlandesi sono al primo posto: il 7% non ha abbandonato email e telefonate neanche sul bagnasciuga.

E la tecnologia? Ben l’87% dei viaggiatori italiani si connetterebbe se il wifi fosse disponibile in spiaggia, contro una media mondiale del 74% ed europea del 69%: navigare online e controllare le email sono le attività più gettonate. I più tecnologici sono i viaggiatori di Thailandia (96%) e Singapore (91%). I più bravi a disconnettersi sono australiani (40%), olandesi (38%) e tedeschi (36%).

Per chi sceglie tassativamente il relax, il dolce far niente è l’attività preferita, indicata al primo posto dall’81% degli italiani, mentre il 55% recupera il sonno perduto concedendosi qualche sonnellino.

Alla ricerca di tranquillità

In tutto il mondo, in spiaggia vince il relax. Dopo un anno di lavoro, i viaggiatori non vedono l’ora di concedersi un po’ di tranquillità in spiaggia. Forse proprio per questo, il 45% dei turisti sceglie zone lontane dalla confusione. In particolare, ad amare la tranquillità sono soprattutto svedesi (68%), tedeschi, austriaci e thailandesi (66%). Decisamente in controtendenza gli italiani: il 62% sceglie aree densamente popolate, ricche di locali e ristoranti, nel centro dell’azione.

Gli italiani amano viaggiare con famiglia (73%) e amici (22%). Solo il 5% viaggia da solo, contro una media globale del 14%. I più autonomi sono i giapponesi: ben il 38% parte senza compagnia; seguono australiani (22%) e canadesi (20%). Indiani (88%) e messicani (86%) si muovono con la famiglia al seguito, mentre gli italiani sono al primo posto tra chi sceglie la classica vacanza tra amici, seguiti a ruota dal 21% di viaggiatori di Singapore e Austria.