Perchè ci dimentichiamo cosa volevamo fare o cosa stavamo dicendo?

iStock_000061565694_Medium

“Cosa stavo facendo?“. Quante volte ci è successo di andare in una direzione e poi fermarci perplessi chiedendoci che cosa stavamo andando a fare o a cosa stavamo pensando. Oppure altre volte aprite il frigo e non vi ricordate cosa state cercando. Tutto normale, capita a tutti quanti ed è una sorta di vuoto di memoria chiamato “Doorway Effect”, ossia effetto soglia e si presenta quando cambiamo ambiente, ad esempio una stanza.

Sembra strano invece, come riporta Fanpage, il ricercatore Tom Stafford ha raccontato che si tratta di meccanismi del cervello che si mettono in moto a seconda del contesto. Le nostre azioni si compiono infatti su molteplici livelli, ognuno necessario per raggiungere lo scopo: la nostra attenzione così si sposta a seconda del nostro interesse e l’effetto soglia entra in gioco quando la nostra attenzione appunto si sposta di livello.

Se, ad esempio, stiamo pensando a tante cose tutte insieme: andiamo  a prendere il telefono, intanto pensiamo che non ci ricordiamo dove abbiamo parcheggiato mentre cambiamo stanza non ci ricordiamo più a cosa stavamo pensando perche l’azione di prendere il telefono è passata in secondo piano rispetto alle altre.