Carta d’identità scaduta? La fai in aeroporto

ITALY-AIRLINE-BUSINESS-ALITALIA

Prima di partire c’è un’operazione importantissima da fare, che può determinare se si partirà davvero o meno, ma che in pochissimi si ricordano di fare: controllare la data di scadenza della carta d’identità. Già perché non c’è niente di peggio che arrivare al banco del check-in consegnare il biglietto ed il documento e sentirsi dire’ mi spiace, la sua carta d’identità è scaduta, non può imbarcarsi’. Ed essere costretti a dire addio alle vacanze tanto sognate.

Ma all’aeroporto di Fiumicino Leonardo da Vinci questi imprevisti possono essere risolti facilmente e velocemente. Da oltre un anno è stato aperto dal Comune di Fiumicino, al terminal 3 dello scalo romano, lo sportello ‘Carta d’Identità al volo’ che permette di rinnovare il documento d’identità scaduto.

Il servizio, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 14, nel suo primo anno di vita ha già rinnovato oltre 2500 documenti. Il servizio è riservato a coloro i quali sono in possesso di un biglietto aereo ma hanno il documento d’identità scaduto, deteriorato o hanno una denuncia di smarrimento o furto. Lo sportello può essere utilizzato dai cittadini di tutta Italia in quanto il servizio è collegato alle banche dati dei Comuni di tutta la Penisola. In pochi minuti al costo di 30 euro vi verrà rilasciato un nuovo documento che vi permetterà di partire.

 

Autore: Cini Silvia

 

Previous articleLa valigia che ti dice quanto pesa e ti ricarica il cellulare
Next articlePonte del 2 giugno a Parigi: le offerte da non perdere
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.