Voli aerei, le 10 date da evitare e non partire

Mete low cost estate 2015
Getty Images

Tutti vi dicono quando partire, ma ora vi diciamo quando non partire. Le 10 date da evitare. Sappiamo che prenotare due mesi prima, sempre di martedì e non tornare mai di domenica sono alcune delle astuzie e dei suggerimenti per poter barcamenarsi nella giungla dei low cost e riuscire a prenotare un volo che sia davvero low cost, ossia economico (qui alcuni suggerimenti). Già perché se non si fa attenzione si potrebbe anche spendere una fortuna e magari solo per aver messo un giorno piuttosto che un altro. Ossia basta evitare alcune date per essere sicuri di aver evitato un salasso al conto banco.

Una ricerca realizzata dal sito inglese Flight Centre ha comparato vari siti di prenotazione online ed ha individuato 10 date che subiscono un’impennata verso l’alto dei prezzi. Natale e Pasqua hanno un grosso peso sui prezzi, ma non solo le uniche circostanze in cui i prezzi si alzano. Conoscere queste date consente di muoversi di qualche giorno prima o qualche giorno dopo nelle prenotazioni e vedere prezzi totalmente differenti.

E’ opportuno conoscere le festività del Paese in cui vi state recando così da evitare di andarci proprio nel periodo in cui costa di più.

ECCO LE 10 DATE DA EVITARE E NON PARTIRE

12 febbraio
Vacanze scolastiche in Inghilterra.

24 marzo
E’ il giovedì prima di Pasqua e si innalza la richiesta di voli.

13 aprile
In Thailandia si festeggia il Songkran e i prezzi per la Thailandia schizzano in alto.

27 maggio
Inizia la bella stagione e tutti cercano un volo per un angolo di Mediterraneo.

11 giugno
Apertura di Euro 2016 in Francia. Prezzi alle stelle, così come per la Finale del 10 luglio.

1 luglio
Inizia l’estate dei voli e i prezzi da alta stagione.

21 ottobre
Vacanze scolastiche in Inghilterra.

6 e 24 novembre
Non andate a New York il 6 novembre perché i prezzi sono alle stelle causa Maratona di New York. E se volete risparmiare non andate negli States il 24 novembre, festa del Ringraziamento.

22 dicembre
In vista del Natale i prezzi salgono già dal 12 dicembre per Australia e Nuova Zelanda. Il picco del periodo lo abbiamo il 22. I prezzi si mantengono alti fino ai primi di gennaio.

 

 

 

Previous articleSan Valentino, una città per ogni tipo di coppia
Next articleSiete concentrati? Ve lo dice subito questo test virale
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.