CONDIVIDI
Cartello di avvertimento sul confine dell'Area 51, nel deserto del Nevada (Foto di X51. Licenza CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons)
Cartello di avvertimento sul confine dell’Area 51, nel deserto del Nevada (Foto di X51. Licenza CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons)

La misteriosa Area 51 è una base militare segreta che si trova nel deserto americano del Nevada, a lungo è stata ritenuta un luogo dove venivano nascosti gli Ufo e venivano eseguite le autopsie sui cadaveri degli alieni. La base era ed è ancora un luogo off limits, ma gli alieni non c’entrano nulla. Qui invece sono stati effettuati molti test aerei militari segreti, sviluppando le tecnologie più sofisticate dell’aeronautica militare Usa.

Scopriamo insieme alcune curiosità sulla base più famosa al mondo.

Dove si trova l’Area 51

Mappa Area51 (Finlay McWalter - USGS Topo mapsGIS. CC BY-SA 3.0 via Wikicommons)
Mappa Area51 (Finlay McWalter – USGS Topo mapsGIS. CC BY-SA 3.0 via Wikicommons)

L’Area 51 si trova nei pressi di Groom Lake, vicino al villaggio di Rachel, nel deserto del Nevada del Sud, a circa 150 chilometri dalla città di Las Vegas. La base è situata nella vasta regione appartenente alla Nellis Air Force Base. Il governo statunitense ne ha ammesso l’esistenza solo nel 2013, in un documento ufficiale dove si parla apertamente della base militare. La base è stata fondata nel 1955, il fatto che il governo Usa ne avesse negato l’esistenza per tanti anni ha scatenato teorie e complotti di ogni tipo su quanto avvenisse al suo interno. La teoria più diffusa e strampalata sostiene che nell’Area 51 siano custoditi i corpi degli alieni e del loro disco volante che sarebbero precipitati a Roswell nel 1947. Non lontano dalla base, poi, si trova un aerea dove a lungo sono stati eseguiti test nucleari, responsabili di molti tumori tra gli abitanti delle zone limitrofe e i militari che lavorarono sul posto.

Test aerei

U-2C (Wikipedia)
U-2C (Wikipedia)

All’interno dell’Area 51 piuttosto che esperimenti sugli extraterrestri sono stati eseguiti test aerei top secret per sviluppare nuovi e potenti aerei militari da ricognizione e combattimento, su tutti i programmi U2 e OXCART. I famosi aerei U2 furono impiegati nella crisi cubana, scovando i missili russi sull’isola di Cuba. Gli altri test segreti hanno riguardato lo sviluppo della tecnologia che ha reso invisibile ai radar gli aerei stealth invisibili e l’elicottero Blackhawk, usato dai Navy Seals nell’operazione per uccidere Bin Laden ad Abbottabad, in Pakistan. Nell’Area51 sono stati testati anche i droni armati, oggi largamente usati in operazioni di bombardamento.

I primi test degli aerei U2 hanno alimentato il mito degli Ufo: questi aerei viaggiando a quote molto elevate, che negli anni ’50 erano ritenute impossibili, hanno fatto pensare alle persone che li vedevano in cielo che si trattasse di dischi volanti alieni. Per questo motivo all’epoca si moltiplicarono gli avvistamenti di Ufo.

Paradise Ranch

Videocamera di sicurezza nell'Area 51 (Foto di Jimderkaisser. CC BY-SA 3.0 via Commons)
Videocamera di sicurezza nell’Area 51 (Foto di Jimderkaisser. CC BY-SA 3.0 via Commons)

Un altro nome, dato all’Area 51, è quello di Paradise Ranch, un nome più attraente dato per invogliare i militari a trasferirsi nella base sperduta in mezzo al deserto. Un nome curioso per una base in cui si effettuavano esperimenti aerei e ingegneristici, e nelle vicinanze anche test nucleari. Tra i militari l’Area51 è chiamata Ranch. Nonostante il nome, non è tutto questo luogo ospitale.

Ingegnere in contatto con gli alieni

Area 51, ingresso Tonopah TR (Cooper, in Wiki Commons. CC BY 2.5)
Area 51, ingresso Tonopah TR (Cooper, in Wiki Commons. CC BY 2.5)

Un episodio curioso sull’Area 51 riguarda un’intervista rilasciata nel 2014 da un ingegnere che per molti anni aveva lavorato nella base. L’ingegnere, che nel frattempo è morto, rivelò che all’epoca in cui lavorava alla base militare venne più volte in contatto con gli alieni, confermando dunque le leggende metropolitane sull’Area 51. L’uomo raccontò anche che nella base si stava sviluppando una tecnologia ant-gravità. Affermazioni che non hanno trovato ulteriori conferme, ma che contribuiscono certamente a gettare un’ulteriore ombra di mistero sulla base.

Aspirapolvere per la pista

Strada a Groom Lake, vicino all'Area 51 (Foto di Geckow. Wikimediacommons. Pubblico Dominio)
Strada a Groom Lake, vicino all’Area51 (Foto di Geckow. Wikimediacommons. Pubblico Dominio)

Uno dei fatti più strani e divertenti che si sono venuti a sapere sull’Area 51 è quello che riguarda la pista di atterraggio. Trovandosi nel deserto, la pista, è molto polverosa e poiché la polvere avrebbe potuto creare problemi agli aerei spia che qui venivano testati, fatti decollare e atterrare, sembra che i militari fossero impiegati anche per aspirare la polvere dalla pista di atterraggio. Un’immagine davvero curiosa solo a pensarci.

La fama e le leggende che si sono alimentate intorno all’Area 51 hanno spinto gli abitanti delle cittadine vicine ad approfittare per attirare turisti, in una zona desertica. Così molti locali sono stati chiamati con nomi che si riferiscono agli Ufo e agli alieni. Una tendenza adottata anche dall’amministrazione dello Stato del Nevada che nel 1996 ha rinominato la strada che passa vicino all’Area 51 Extraterrestrial Highway.

Di Valeria Bellagamba